Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

LEGGE 133 UNIVERSITA': APRITE GLI OCCHI

Grazie al mio amico Emanuele, pubblico ed invito tutti a diffondere la seguente email che ci spiega una volta per tutte i motivi per cui migliaia di studenti manifestano. Buona lettura e soprattutto buona riflessione (svejateve pecorones universitari e scendete in piazza con noi).


Il nuovo governo, approfittando dell'estate, ha approvato il 25 giugno 2008 con la fiducia un decreto (poi *legge 133*
http://www.camera.it/parlam/leggi/08133l.htm) che modifica profondamente la struttura dell'università :

1. Ci sarà  un *taglio di 500 milioni* di euro in 3 anni alle università, e poi oltre 400 milioni ogni anno (Art. 66 comma 13). Per alcuni atenei questo potrebbe significare la *chiusura*.
Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto
le università  pubbliche potranno scegliere se diventare *fondazioni private* o meno
(Art. 16).
3. Ci saranno anche
notevoli limitazioni alle nuove assunzioni
(20% dei posti liberati per i primi 3 anni) (Art. 66).

PERCHE' DOVREBBERO DIVENTARE FONDAZIONI PRIVATE?

4.Per riuscire a finanziarsi *aumentando le tasse agli studenti*, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero  aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università  americane.
Inoltre
le fondazioni verrebbero finanziate da *enti privati*, come ad  esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselo permettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le *ricerche* a venir danneggiate pesantemente,non più spinte dal puro interesse culturale e sociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni dirette degli enti stessi!!

E IL FUTURO?

5.
Università  di serie A e di serie B in base alle *disponibilità  economiche* degli studenti, quindi titoli di studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale di questi. I collettivi dei vari atenei organizzeranno assemblee per approfondire le conseguenze dei cambiamenti in atto, portati avanti da *governi sia di destra che di sinistra* di anno in anno, che minacciano quella che DOVREBBE ESSERE una UNIVERSITA' LIBERA PUBBLICA E DI MASSA.
Gli studenti, i ricercatori e i professori si stanno già muovendo e i corsi quest'anno non partono per protesta, ma un problema così grave é ancora poco conosciuto.
Infatti *il problema più grave é che nessuno sa niente, i media non ne hanno parlato*, se non per screditare a titolo di *minoranza* chiunque abbia protestato contro questo assurdo disegno di legge!
Dobbiamo riuscire a bypassare il muro dei giornalisti e delle televisioni controllate da questo governo (maggioranza + opposizione, sia chiaro!!) *per far sapere*, perché tutto questo non passi indifferente!!

*AIUTACI! L'UNIVERSITA' è DI TUTTI !!! non solo degli studenti*


FAI GIRARE QUESTA MAIL A TUTTI I TUOI CONTATTI,
anche se non studenti, é importante che tutti sappiano e se ne parli!!

DOCUMENTO UFFICIALE: il decreto legge 112/08 articolo 16 Gazzetta Ufficiale (
http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm )

Il decreto é già stato pubblicato da più di un mese sulla Gazzetta Ufficiale quindi é GIA' LEGGE!
 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
http://www.studentidisinistra.org/content/view/487/1

Questa non é una protesta politica ma nell'interesse di tutti, ma gli studenti di sinistra per ora sono gli unici a interessarsi del problema insieme ai ricercatori e ai professori. Aiutaci a mobilitare tutti perché *questo decreto potrebbe cambiare irrevocabilmente l'aspetto dell'istruzione italiana* e quindi del paese.

UN POPOLO IGNORANTE E' PIU' FACILE DA COMANDARE!!

Pubblicato il 23/10/2008 alle 15.52 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web