Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

ERA ORA

Finalmente, anche Veltroni ha capito che con Silvio Berlusconi e la sua gente è impossibile dialogare: "Non ci siamo, onorevole Berlusconi. Oggi siamo noi a dirlo, in autunno sarà una larga parte degli italiani che noi chiameremo a raccolta per un'azione di protesta e di proposta in tutto il Paese e culminerà con una grande manifestazione nazionale". Era ora, dico io; anche perchè soltanto Antonio Di Pietro rappresentava l'unica e seria opposizione al governo personale del "Cainano", portando attacchi giustificati e continui al premier ed ai suoi "fedelissimi" (il video che ho postato ne è una dimostrazione). Dopo la nuova legge salva-Berlusconi "nascosta" a dovere nel decreto sicurezza, "cucita su misura" proprio per il leader del popolo delle (sue) libertà per fargli evitare una possibile condanna per corruzione "nel processo Mills", si sta svegliando anche il Partito Democratico, e ribadisco: era ora. Berlusconi, continua Veltroni, "è incapace di distinguere l'interesse privato da quello pubblico": chi può negarlo? Giusto Bondi e Bonaiuti. Si parla finalmente di opposizione intransigente: ed io appoggerò questa nuova linea politica, per quanto mi senta politicamente più vicino a quella "dipietrista". Abbiamo cercato il dialogo, è stato rifiutato, non abbiamo niente da rimproverarci: ora opposizione dura e senza paura! Era ora. Infine lasciatemi chiedere al Prof. Romano Prodi di "rimanere presidente del Pd": abbiamo ancora bisogno di lui, di una persona onesta e seria che aveva capito quali erano i mali dell'Italia, anche se è noto: gli italiani preferiscono i populisti, i venditori di sogni. Ora saranno accontentati.

Pubblicato il 20/6/2008 alle 13.1 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web