Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

L'INCOERENZA DI GIANFRANCO FINI (CON TANTO DI VIDEO)



Non ho mai avuto stima per l'uomo Gianfranco Fini: un ex fascista, con tanto di foto con saluto romano, diventato il maggiordomo di fiducia del padre-padrone Silvio Berlusconi soltanto per far uscire lui e i suoi amichetti dalle fogne cui il popolo italiano li aveva relegati. I miei amici di An, tra cui tanti militanti di Azione Giovani e di Azione Universitaria, più volte tessevano le lodi del loro "conducator", apprezzandone soprattutto la coerenza e l'autonomia (?!). Dal mio piccolo punto di vista non avevo mai "realizzato" niente di tutto questo; avevo cominciato a cambiare idea quando Gianfranco Fini, dopo che Berlusconi si era avvicinato a Storace e aveva dato il via alla fondazione (dal nulla) del Carrozzone delle Libertà, si era totalmente scagliato contro il Nanetto. In questo video si potranno apprezzare le importanti parole che Gianfranco Fini rivolgeva contro Berlusconi, coerenti, è vero (la migliore frase in assoluto? "con me Berlusconi ha chiuso"). Mi ricordo che quando incontravo i miei amici di An questi si rallegravano di un distacco totale da Berlusconi e dalle sue idee populistiche ed illiberali. Sembravano felici dell'addio di Alleanza Nazionale, un partito con una storia politica (anche se becera), dal partito di plastica, personale ed autoritario di Forza Italia; avevano ricominciato a cantare faccetta nera, ad organizzare gite a Predappio e a tirare fuori le camicie nere. Si paventava un'alleanza con l'Udc di Casini in chiave antiberlusconiana. Ed erano felici, si, perchè liberi di dire e fare quello che volevano, anche di andare contro le parole del loro padrone. Poi qualcosa è andato storto, l'ora d'aria è finita: Gianfranco Fini è tornato all'ovile. Con la coda fra le gambe ha chiesto scusa a Berlusconi, decidendo di mettere fine all'esperienza di An, a favore della creazione del Carrozzone delle libertà (con tanto di Mussolini, Ciarrapico, Fatuzzo, Caldoro, Dini, Nucara, Brambilla, De Gregorio etc etc). Si è messo in testa un'altra volta di servire in tutto e per tutto il suo caro Berlusconi, e al diavolo la coerenza politica. Si è preso dello "sguattero" da  Ciarrapico, è stato insultato da Storace e Berlusconi stesso si è divertito a ridicolizzarlo: Fini, infatti, si è permesso di dire che non sapeva niente riguardo l'eventuale candidatura del fascistissimo "Ciarra"; Berlusconi gli ha risposto che sapeva tutto. Prendi e porta a casa caro Gianfranco: e zitto, muto, a catena! Che Berlusconi ha sempre ragione. Il video finisce con una serie infinita di belati, in seguito alle sue ridicole farneticazioni riguardo il PDL. Bhè che dire, questo si merita. Tu ed i tuoi elettori pecorones.

Pubblicato il 12/3/2008 alle 17.23 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web