Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

TREMONTI MINISTRO DELL'ECONOMIA ITALIANA? NO, GRAZIE.

 

15:01 Berlusconi: "Tremonti sarà il nostro ministro dell'Economia"

"Giulio Tremonti sarà il nostro ministro dell'Economia e delle Finanze". Lo ha ribadito il leader del Pdl Silvio Berlusconi, ospite di Sky Tg24 Pomeriggio, smentendo le voci di un possibile incarico alla Farnesina per il vicepresidente di Forza Italia in caso di vittoria alle elezioni.

Cari italiani, avete capito bene. Il rag. Ugo Tremonti, in caso di vittoria (ormai sempre meno scontata) del "Carrozzone delle Libertà", diventerebbe di nuovo e purtoppo il Ministro dell'Economia e delle Finanze. Ma chi è Giulio Tremonti? Artefice e uomo chiave della recessione economica italiana durante i 5 anni di governo targati Berlusconi (qui troverete le cifre di quanto sia costato agli italiani il governo del tronchetto con la bandana), basa le sue credenze economiche sul condono, ovvero quel provvedimento emanato dal governo - solitamente in via eccezionale - tramite il quale i cittadini che vi aderiscono, possono ottenere l'annullamento, totale o parziale, di una pena o di una sanzione. Premettiamo due cose: durante il governo Berlusconi il condono non veniva applicato "solitamente" ma quotidianamente; inoltre, Giulio Tremonti aveva più volte espresso la sua contrarietà nei confronti dello strumento "condono". Aveva affermato, stranamente in modo sensato, che "in Sudamerica il condono fiscale si fa dopo il golpe. In Italia lo si fa prima delle elezioni, ma mutando i fattori il prodotto non cambia: il condono è comunque una forma di prelievo fuorilegge". Poi ovviamente, diventando un dipendente di Silvio Berlusconi, cambiò radicalmente il suo pensiero: nel corso dei due Governi Berlusconi, Tremonti infatti varò una serie infinita di condoni, ricevendo una denuncia da parte dell'Unione Europea per quello del 2002 e il plauso degli evasori fiscali, zoccolo duro dell'elettorato di Forza Italia.

Pubblicato il 4/3/2008 alle 16.27 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web