Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

IL POPOLO DEL FALSO IN BILANCIO E DELL'EVASIONE FISCALE



Non lo chiamerò più il popolo delle (sue) libertà, ma il popolo del falso in bilancio e dell'evasione fiscale.
Al grido di libertà, libertà, libertà, i nostri amici di Forza Italia e di Alleanza Nazionale, della Lega Nord e dell'Udeur di Mastella, stanno festeggiando, con tanto di champagne e mortadella, il loro padrone, Silvio Berlusconi, assolto per il processo Sme, perchè ciò di cui era accusato (falso in bilancio) non costituisce più reato dal 2002. Spieghiamo bene la faccenda:  "I fatti non sono più previsti dalla legge come reato". Con questa formula i giudici della I sezione penale del Tribunale di Milano hanno prosciolto Silvio Berlusconi dall'accusa di falso in bilancio nell'ultimo stralcio di procedimento nato con il caso-Sme. Ma facciamo attenzione: la legge che depenalizza il falso in bilancio è stata una delle prime cosiddette "leggi ad personam" approvate dal passato governo Berlusconi. Il provvedimento è diventato infatti operativo già dal gennaio 2002 grazie a un decreto varato a tempo di record dall'allora ministro della Giustizia Roberto Castelli. Berlusconi ci ha visto lungo e quando si tratta di difendere se stesso ed i suoi interessi è infallibile. Ha fatto votare una legge ad personam vergognosa ai suoi alleati (ma più che alleati direi strumenti politici personali, vero Fini?), anteponendo i suoi interessi personali a quelli dell'Italia. Grazie a questa legge di tipico stampo berlusconiano, falsificare i bilanci delle aziende diventerà uno sport nazionale. Se la prendevano con Prodi perchè stava reintroducendo il reato di falso in bilancio con il decreto sicurezza e perchè aveva iniziato una vittoriosa e dura lotta contro l'evasione fiscale. Ora abbiamo capito perchè. Bentornati nella repubblica delle banane e del popolo del falso in bilancio e dell'evasione fiscale. Addio serietà al governo (e pensare che proprio oggi il commissario Ue agli Affari economici Joaquin Almunia si augurava "che si proceda con le politiche economiche lodevoli seguite sino ad ora dal governo Prodi, che hanno avuto grandissimo successo nel ridurre il deficit, controllare la spesa pubblica e affrontare il debito"). Qualcuni spieghi ad Almunia che potrebbe tornare la "finanza creativa" di Tremonti, quella della recessione economica. 

Pubblicato il 30/1/2008 alle 13.39 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web