Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

ECCO CHI NON VUOLE RISPARMIARE SUI COSTI DELLA POLITICA



I miei amici pecorones, quando leggeranno il titolo del post, cominceranno, come loro solito, a "sbraitare" contro comunisti ed i vari golpisti-brigatisti. Provate a domandare al pecorones di turno cosa ha fatto il suo governo per tagliare la spesa della politica italiana: rimarranno in silenzio. Al contrario, il sottoscritto è lieto di annunciarvi alcuni provvedimenti (voi direte che sarà poco, io affermo che è un buon inizio):

-Finanziaria 2006: la Finanziaria proposta dal Ministero per l'Economia, fra i tanti tagli alle spese statali, prevede anche un grosso taglio agli stipendi di ministri e sottosegretari, in ragione del 30% del totale. In questo modo, lo stato risparmierà 2,3 milioni di euro ogni anno: contando che i ministri sono 25, il risparmio proveniente dai 25 tagli sarà di 615.015 in totale, cifra che sale a 1.685.594 per i più numerosi sottosegretari.

-riduzione deputati: la commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato la riduzione dei deputati da 630 a 512: 500 eletti in Italia e 12 all'Estero. La norma e' stata approvata a larga maggioranza, ad eccezione di Forza Italia che ha votato contro. La commissione presieduta da Luciano Violante (Ds) ieri aveva approvato un altro emendamento al testo di riforma costituzionale, quello che riguarda il Senato federale. Secondo la norma, dovra' essere eletto su base regionale.

Ora aprite gli occhi, amici forzisti, e andate a sbraitare contro la vera casta, targata Forza Italia.

Pubblicato il 5/10/2007 alle 15.31 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web