Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

I PROBLEMI ESISTENZIALI DI SILVIO BERLUSCONI



Preciso subito che ho inserito tale post nella categoria "Satira", per cui, leggetelo tranquillamente, con il sorriso sulle labbra, sorseggiando un buon succo di frutta e seduti comodamente.

E' estate. E, come tutti gli anni, Berlusconi è preoccupato per alcune ovvie ragioni: no, non è la politica, figuriamoci l'economia italiana o il caso Previti; è molto più importante e serio: non sa dove andare a far danni, o meglio, in parole povere, non sa dove andrà in vacanza. Ma lo posso capire benissimo: poverino ha solo una decina di ville sparse per il mondo, la scelta quindi è veramente difficile. Avesse avuto qualche villa in più, magari il gioco sarebbe stato più semplice; senza contare che, se avesse avuto meno mogli, forse il leader del fronte "w la famiglia" (!!!) avrebbe trovato subito la giusta soluzione. I pecorones hanno invitato Berlusconi a sciogliere al più presto il dubbio, in quanto ansiosi di organizzare feste di benvenuto, con tanto di vulcani e bandane in testa. Cosa non si farebbe per rendere felice il loro padrone: lui, indeciso in quale villa andare, e loro, sotto, come sempre, a fare da "tappetino". Arriveranno a portargli l'acqua con le orecchie? Magari con dentro una scorza di limone? Vedremo. Ci hanno abituato a tutto ormai.

Intanto lo stesso leader di Forza Italia, qualche giorno fa, ha deciso che non sarà in Sardegna a Villa Certosa. «Quest’anno non andrò in Sardegna - ha detto l’ex premier due sere fa al termine di una cena con gli europarlamentari azzurri - perché ho bisogno di ricaricarmi, ho bisogno di riposare. Mi rincresce ma lo scorso anno con tutte le persone che venivano a trovarmi ho dovuto organizzare tanti tour della mia villa ed è stato faticoso». Come se lavorasse lui...
Il Cavaliere, quindi, rinuncerà a Villa Certosa, dove da diversi anni trascorre le sue vacanze, e alle sue amatissime piante? Senza dimenticarci dei cactus. Qualche dubbio c’è anche perché voci raccolte in ambienti di Forza Italia danno per certo l’invito di Berlusconi al premier russo Vladimir Putin e dell’ex premier Toni Blair per trascorre un periodo di vacanza. Dove? A Villa Certosa, naturalmente, che domande.  Allora perchè non andare  a Portofino? No, non si può: «Poi mi tocca sempre fare la guida turistica, ricevere gente, nessun relax». Alle Bermuda nemmeno: «Ci sono i miei figli più grandi, come ogni anno». Nella nuova casa ad Antigua è ancora presto: «Ci sono gli operai, finiscono i lavori a Natale, magari faccio una scappata». Come ho già scritto, l'amatissima Villa Certosa, in Sardegna, è off limits perchè ora ci sono i figli di Veronica, potrebbe raggiungerli la madre. Sembra «un'occupazione proletaria », ci ha scherzato lui e ci ridiamo sopra noi, con un pizzico di tristezza (molta tristezza) per chi la vacanza non può proprio permettersela, perchè arrivare a fine mese è già un'impresa.

Sarà franiteso anche questa volta? Intanto ridiamoci su.
Grazie Silvio, come fai ridere tu, nessuno mai!



Pubblicato il 2/8/2007 alle 16.59 nella rubrica Satira.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web