Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

QUELLI CHE PARLANO SOLTANTO CON INSULTI E VOLGARITA'



Ormai stanno rasentando il ridicolo, diventando anche antipatici e maleducati
.
Come avevo detto nel post di ieri , Berlusconi è tornato a Napoli per uno spettacolo populista gratuito, durante il quale ti regalavano panini, magliette e bandiere. E anche ieri, purtroppo per tutte le persone intelligenti del nostro paese, abbiamo assistito al solito "teatrino", fatto di parolacce, maleducazione, populismo, demagogia e "magna magna", in sintesi "Pecorolandia".
strong>Per una volta non voglio riferirmi alle parole del Cipria, tanto sono sempre le stesse: "Questo governo non durerà visto che si regge su senatori che vanno alla toilette o su senatori a vita" oppure " un ritorno immediato alle elezioni" (a quanto pare non ha capito che non si può votare quando decide lui, ma quando lo decide il parlamento) oppure "Governo illegittimo, figlio di brogli elettorali" (ma quali? Erano fotocopie belle e buone, un filmato al servizio di chissà quale progetto).
No, questa volta voglio parlare dei pecoroni sotto al palco : con tanto di maglietta, panini, bibite e bandiere "a gratis" hanno alzato un coro molto "pecorone": «Prodi, Prodi, vaff...». Pronta la risposta del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi: «Diciamo rozzi ma efficaci. Ovviamente il capo-gregge, appoggia e sostiene questo tipo di linguaggio visto che è il primo a utilizzarlo.
E da qui è facile comprendere un altro atto di estrema gravità e maleducazione avvenuto oggi al Senato durante un intervento di Gerardo D'Ambrosio, ex procuratore della Repubblica di Milano: mentre contestava un emendamento presentato da Nitto Palma (FI), la senatrice Anna Cinzia Bonfrisco (FI) dal centro dell'emiciclo si è rivolta al collega urlando: «Sei un assassino, sei un criminale. Oggi è il tuo giorno». Immediata la reazione di tutto il centrosinistra. Ci sono stati urla, strepiti e anche gesti all'indirizzo della senatrice. Il presidente di turno, Milziade Caprili, ha ripreso la senatrice e ha detto che certe parole non sono mai state pronunciate nell'aula del Senato. Nell'intervento di giovedì D'Ambrosio aveva parlato dell'indipendenza della magistratura.
A quanto pare, il mondo di ForzaItalia è questo. Rimango non deluso, ma neanche amareggiato, piuttosto, schifato.

Pubblicato il 13/7/2007 alle 11.33 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web