Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

TORNA LA VIOLENZA SQUADRISTA


 
E'ovvio: c'è il leader dell'opposizione che stravede per queste forze di estrema destra, caratterizzate da quel culto della personalità che fanno sentire Berlusconi il nuovo Duce d'Italia.
Ci dialoga, ci fa le manifestazioni insieme e ci fa pure un'alleanza elettorale.


Non stiamo parlando dei partiti della destra italiana, quelli populisti, made in Libero, rappresentati da ForzaItalia e AlleanzaNazionale: stiamo parlando dei partiti neo-fascisti, quelli che non dovrebbero neppure esistere vista la loro incostituzionalità. Ma Berlusconi se ne frega, e ci va a braccetto, sempre, in ogni occasione.
E purtroppo ieri sera, queste forze neofasciste, si sono sentite autorizzate a fare un irruzione a Villa Ada, a Roma, al termine del concerto rock del gruppo «Banda Bassotti», avventandosi con dei bastoni contro alcuni ragazzi. Il bilancio dell'aggressione, sembra di matrice politica, è di due feriti. Una spedizione punitiva, compiuta da militanti - circa 150, raccontano i testimoni - del movimento di estrema destra, che si sono presentati in colonna gridando "Duce! Duce!", con i volti coperti da caschi, armati di bastoni, catene e coltelli (proprio come i black bloc!!!)
A scatenare il panico tra le persone presenti al concerto, inserito nella manifestazione «Roma incontra il mondo», è stato anche il lancio di alcuni petardi. Gli aggressori, che urlavano slogan di destra, si sono avventati sulla folla «classificata come comunista» colpendo chiunque capitasse loro a tiro. Pestaggi e scontri sono proseguiti anche all'arrivo piuttosto immediato delle forze dell'ordine. Il tutto è accaduto attorno all'una della notte. Si sono scagliati pure contro le forze dell'ordine: chissa i miei amici della destra cosa diranno.
I due feriti sono due ragazzi romani e per uno dei due è stato necessario il ricovero all'ospedale Sandro Pertini con una prognosi di 20 giorni a causa di alcune ferite di arma da taglio.

Condanna  da parte del sindaco di Roma Walter Veltroni: «Il nostro Paese non ha certo bisogno di fatti come quelli accaduti a Villa Ada. Un fatto ignobile per il quale ci adopereremo per consegnarne i responsabili alla giustizia»

Grazie Walter, ma ricordati che ci sono persone della destra cosidetta "liberale" che giustificano questi partiti neo-fascisti, e ci fanno pure le alleanza elettorali, figurati.
Purtroppo la destra populista  parla di vetrine rotte e scritte sui muri, dimenticandosi però, di chi al grido di "duce duce", accoltella dei coetanei che stanno guardando un concerto musicale.

VERGOGNA

(qui trovate il resoconto della triste serata)

Pubblicato il 29/6/2007 alle 13.56 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web