Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

BERLUSCONI, IL "FRAINTESO IRRESPONSABILE"



Ieri abbiamo avuto la conferma che Silvio Berlusconi non è un politico serio e sinceramente non mi va di mettere "il dito nella piaga" dei miei amici forzisti.
Abbiamo tutti ascoltato le dichiarazioni di ieri pomeriggio di Berlusconi a Tg sky24: "o elezioni o sciopero fiscale e milioni di persone in piazza". Ora, non c'è possibilità di aver "frainteso" per l'ennesima volta il leader dell'opposizione. Lo abbiamo ascoltato tutti quanti, e non c'è possibilità di replica. In effetti, poi, se prendiamo in considerazione anche il fatto che Bugiardoni abbia anche chiamato a Ballarò per smentire le sue "corbellerie", allora possiamo affermare che non ci sono proprio  più dubbi: il danno era stato fatto, ora bisognava soltanto correre ai ripari, smentendo per l'ennesima volta.

Antonio Di Pietro afferma giustamente: "Berlusconi dimostra di non avere assolutamente rispetto per le istituzioni e rischia di trasferire la protesta politica su un piano criminale. Il suo è un gesto irresponsabile, che merita ogni censura politica. Un gesto che rasenta l'eversione ai danni dell'ordinamento democratico".
Direi che ha disegnato perfettamente la gravità delle parole di Berlusconi.

Ovviamente non voglio neanche stare a parlare della solita storiella, tirata fuori a Ballarò, secondo la quale il centro-sinistra non avrebbe vinto le elezioni. Penso che ormai non ci crede più nessuno, anche gli stessi elettori di centro-destra. Però il problema è la forte destabilizzazione che questo uomo crea ogni giorno nella vita democratica del nostro Paese: mette in discussione qualsiasi cosa, ogni istituzione, ogni regola del gioco democratico (intanto voglio ricordare che da un primo conteggio delle schede elettorali risulta che tanti voti in più sono andati al centro-sinistra).
Ieri ha "minacciato" anche i senatori a vita "vedremo se i senatori a vita avranno il coraggio di non staccare la spina a questo governo, vedremo se i senatori all'estero si schiereranno. Voglio ricordare che i senatori all'estero non pagano le tasse...».

Insomma un irresponsabile nel vero senso della parola.

Per concludere
mi è arrivata una notizia sul senatore De Gregorio, alleato con il centro-destra (o meglio, con ForzaItalia direttamente): è indagato per il reato di riciclaggio, con l'aggravante di aver agevolato un'associazione mafiosa.
Ora ho capito perchè è passato dall'altra parte.

Per concludere, stasera aspettiamo, importantissimo, il voto del Senato sul caso-Visco.

Pubblicato il 6/6/2007 alle 11.53 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web