Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

FMI ED UE: "L'ITALIA CRESCE". E I BERLUSCONES COMINCIANO A PENSARE DI AVER VOTATO MALE PER TROPPO TEMPO...



Ovviamente per parlare della manifestazione di Vicenza aspetterò domani.
La giornata è ancora lunga.

Intanto, per oggi, vorrei riportarvi una notizia economica che secondo me è di enorme importanza, che attesta e conferma l'ottimo lavoro svolto fin ad ora dal governo di centro-sinistra in ambito economico.

Sia il FMI che l'UE affermano che l'economia italiana sta crescendo: un governo con un piano economico «ambizioso», ma anche con opportunità che non vanno sprecate. L'Italia riuscirà quest'anno a centrare l'obiettivo di riportare il deficit pubblico sotto il 3% del Pil arrestando contestualmente la crescita del rapporto debito/Pil a quota 107%.

A promuovere i conti pubblici dell'Italia è il Consiglio esecutivo del Fondo Monetario Internazionale che giovedì ha pubblicato le sue conclusioni della discussione sul Paese a conclusione dell'esame annuale previsto dall'articolo 4 dello statuto dell'istituzione di Washington. «La crescita in Italia che è stata più forte di quanto ci si aspettava - spiega Masood Ahmed (Fmi) - le nostre stime sono state troppo conservative. Quindi le nostre previsioni saranno riviste».

Sulla stessa linea delle previsioni date dalla Public Information Notice del Consiglio dell'Fmi c'è anche il nuovo parere della Commissione europea, che venerdì ha evidenziato come «l'Italia ha chiuso il 2006 con una nota positiva» come aveva rilevato l'Istat nell'ultimo comunicato. «Con un pil in crescita dell'1,1% nel quarto trimestre - osserva Bruxelles - il tasso di crescita che risulta per il pil dell'intero anno è stimato all'1,9%, il più alto dal 2000 e al di sopra dello 0,2% rispetto a quanto previsto in autunno».

«La produzione italiana - dice la Commissione - sembra aver tratto maggior beneficio da un aumento della domanda esterna, in particolare degli ordinativi tedeschi». Di più: «L'accelerazione nel quarto trimestre del 2006 implica anche un impatto positivo sulla crescita nel 2007, che è attesa per fine anno a al 2%, ossia 0,6% in più rispetto alle previsioni di autunno».

I dati parlano chiaro amici miei, niente chiacchiere e demagogie, ma solo fatti.
L'Italia cresce e sta sorprendendo tutto il mondo economico internazionale.

Come potete vedere si parla sempre di 4° trimestre...si parla sempre di meriti di Prodi e di disastro degli anni 2001-2005.

A voi berluscones la recessione e gli errori, a noi lo sviluppo e la crescita economica, cercando di abbattere tutto quel sistema lobbistico che in Italia è veramente pesante e aiutando di più chi non ce la fa ad arrivare a fine mese.

Se per voi questa non è serietà al governo.

Ed intanto, i berluscones, pensano a quante volte hanno sbagliato a dare il loro voto a chi "distruggeva" il sistema economico italiano. Coraggio potete sempre rimediare...

Pubblicato il 17/2/2007 alle 14.53 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web