Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

MI SENTO DI GIUSTIFICARE LE PAROLE DI DILIBERTO CONTRO BERLUSCONI



Scoppia il caso del segretario del Pdci (partito da me votato alle scorse elezioni politiche), Oliviero Diliberto, che afferma di voler partecipare ai talk show televisivi «perché plasticamente bisogna far vedere che Berlusconi ci fa schifo».

Diliberto ha usato questo linguaggio quando, a un convegno sul revisionismo con Moni Ovadia, ha risposto alla domanda se sia giusto o meno partecipare a trasmissioni tipo «Porta a Porta». Il leader dei comunisti italiani sembra avere le idee piuttosto chiare in proposito: «E' indispensabile andare in tv anche se personalmente non ho una particolare predilezione ad apparire, per fare vedere che siamo diversi. Io sono diverso da Berlusconi, bisogna far vedere che ci fa schifo».

Sapete che vi dico? Queste sono parole offensive, senza dubbio, ma sicuramente giuste e fondate!

Anche a me non piace Berlusconi, sapete che per me è un "pericolo" per la nostra democrazia e per il nostro Paese.

Diliberto ha utilizzato parole pesanti, forse inadeguate per un segretario di un partito democratico e con quasi 1 milione di voti ottenuti alle scorse elezioni politiche...eppure si può giustificare.

Quanto odio c'è nella politica italiana da quando Bugiardoni è entrato in politica? TROPPO!
Chi ha fomentato i radicalismi e il conflitto politico in Italia? Bugiardoni!
Chi ha "sdoganato" i fascisti e i leghisti? Bugiardoni!
Chi ha rovinato il Paese economicamente e socialmente parlando? Bugiardoni!
Chi è entrato in politica, "lo sappiamo tutti" per cosa? Bugiardoni!

Potrei continuare all'infinito, ma è meglio fermarsi e non fare il gioco del nostro simpatico Berlusconi.

Per chi come noi, comunisti italiani, fa della questione morale un principio cardine della propria impostazione politica, un personaggio politico come Berlusconi non può che meritare parole del genere. Certo sarebbe stato preferibile farglielo capire con termini piu "politici", ma la sincerità paga sempre.

Ed inoltre quante parole offensive ci "sputano" contro i "berluscones"?
Ripeto questo è il clima politico voluto da Berlusconi...noi ci stiamo solo adeguando.
Anche perchè abbiamo visto che la lealtà non paga...

Eppure io credo nel dialogo, e questo lo dimostro anche nel mio blog, in cui tutti hanno spazio e la censura non esiste. Tutti.

Anche se, in cuor mio, sento di giustificare Diliberto e le sue parole...forse poteva essere più "elegante", ma il concetto c'è ed è "sacrosanto".



Pubblicato il 15/2/2007 alle 10.24 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web