Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

NUOVE REGOLE PER GLI INDENNIZZI PER GLI INCIDENTI STRADALI...COSI IL GOVERNO PRODI AIUTA IL CITTADINO ITALIANO.



Procedure più snelle e pagamenti più veloci.

E' entrato in vigore oggi, 1° febbraio, l'indennizzo diretto, il nuovo sistema di risarcimento che, almeno sulla carta, rappresenta una vera rivoluzione per tutti gli assicurati. Una novità nata con l'obiettivo di facilitare le procedure di rimborso, ma soprattutto di far calare le tariffe assicurative.

Grazie al pacchetto Bersani sulle liberalizzazioni, in caso di incidente, i danneggiati non responsabili (o responsabili solo in parte) potranno essere risarciti direttamente dal proprio assicuratore e non più dall'assicuratore di chi ha causato l'incidente. Viene in pratica esteso a tutti i sinistri il meccanismo dell'ex-cid: per denunciare l'incidente dovrà essere infatti utilizzato il modulo blu messo a disposizione dagli assicuratori che dovrà essere inviato, compilato con i dati delle auto e degli automobilisti coinvolti, alla propria compagnia.

«Da subito» il ministero avvierà «un monitoraggio»(quello che non fece Berlusconi con l'introduzione dell'euro!!!) sulle novità e «tra un mese - ha sottolineato Bersani - faremo il punto per verificare eventuali disfunzioni». In prospettiva l'effetto dovrà essere quello di un calo delle tariffe: «i costi devono ridursi - ha aggiunto - e se non basterà quanto abbiamo fatto inventeremo altri interventi» (il governo ha già annunciato l'eliminazione dell'agente monomandatario a favore di agenti rappresentanti di più imprese).


A dare manforte al governo sul fronte dei costi è anche Isvap, che prevede un raffreddamento dei prezzi: con il nuovo meccanismo, afferma il presidente Giancarlo Giannini, si creeranno «le condizioni, in termini di minori costi e maggiore competizione tra le compagnie, per un ribasso delle tariffe rc auto di almeno il 5%». Ben più ottimiste sono le associazioni dei consumatori che, grazie alla riduzione del contenzioso e del ricorso a periti e legali, auspicano risparmi «sensibili». Secondo Adusbef e Federconsumatori, si potrà arrivare fino a 160-170 euro in meno.

Le associazioni dei consumatori esultano, le lobby un pò meno...i pecoroni non capiscono e rimpiangono il loro Bugiardoni...e intanto l'Italia cresce....

SERIETA' AL GOVERNO.

Pubblicato il 1/2/2007 alle 13.3 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web