.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
2 dicembre 2006

L'ADUNATA FORZISTA-FASCISTA, TRA INSULTI, CROCI CELTICHE E PECORONI.

<B>I leader del Polo sul palco</B>

E' RESUSCITATO. Come aveva detto io.

Berlusconi sale sul palco, saluta i pecoroni come Mussolini, con la mano destra tesa alzata al cielo. Già parte male, non ha rispetto per tutti i morti che il triste regime fascista causò al nostro Paese. Lui, leader dell'opposizione, rappresenta veramente la destra populista, quella peggiore, quella fascista.  Alza la mano tesa al cielo senza problemi, con quello sguardo da duce, e sotto tutti i pecoroni ad osannarlo. Un culto della personalità estremo, che fa male alla nostra democrazia, che ci fa tornare indietro di 70 anni.

Ma andiamo con calma: partiamo dal corteo. Ho sentito parecchie interviste, e sinceramente, non ho mai sentito un discorso sensato. "Forza Silvio", "Prodi a casa" poi gli chiedevi un perchè e si notavano le numerose lacune del loro cervello. Lo stesso TG5 trova difficoltà a mettere in onda interviste intelligenti. Niente, gente che canta, donne che non sanno per cosa protestano, finalmente protagoniste di un qualcosa, un po come nelle telenovele che tutti i giorni guardano. 
Spillette, bandiere (una per ogni manifestante), mutande, cartelloni, un corteo da BAGAGLINO più che manifestazione politica. Ma finchè si ride, bene cosi.
Poi ho visto immagini che vorrei cancellare, immagini di fascisti, reali, che gridavano "boia chi molla al grido di battaglia", oppure "duce, silvio, duce, silvio".
Insomma non voglio ulteriormente commentare ma vi lascio le immagini.

<B>Il corteo Cdl: bandiere, pupazzi e cartelli </B>
<B>Piazza San Giovanni e il corteo del centrodestra </B>
<B>Estrema destra al corteo </B><B>Estrema destra al corteo </B>

<B>I leader del Polo sul palco</B>

Immagini spiacevoli, immagini che in una piazza, culla di tante conquiste sociali, stonano veramente tanto.

E purtroppo è cosi: è scesa la gente che difende i propri privilegi, non i propri diritti (roba da comunisti, lo sappiamo!!!).
Eppoi è scesa la gente delle telenovele, dei reality, dei tronisti e dei falsi illusi.
Senza contare l'Italia ignorante nel vero senso della parola....Ho sentito certe interviste che mi hanno lasciato a bocca aperta....se non peggio.

Ma come vi ho detto prima, andiamo con calma.

Tra aerei che elogiano il Cavalier Bugiardoni, mega immagini con il suo volto, la manifestazione prende sempre più l'aspetto di un Berlusconi-day. Sinceramente non ho sentito parlare di niente di costruttivo, nessun tipo di dialogo con il governo. I soliti cori demagogici e populisti.

Dopo aver ascoltato l'inno di Forza Italia, dagli altoparlanti presenti al Circo Massimo viene trasmesso l'Inno italiano. L'ascolto però dura solo pochi minuti perchè i manifestanti, per la maggior parte leghisti, iniziano a fischiarlo. L'Inno viene sfumato e al suo posto viene rimessa la canzone di Forza Italia

"L'assenza dell'Udc non si nota. Casini è convinto che la Cdl sua finita e probabilmente andrà per la sua strada, ma secondo me Berlusconi è l'unico leader possibile ed ha ancora tanta voglia di fare politica". E' quanto dice umberto bossi, rispondendo ai cronisti, durante il breve passaggio nel corteo partito dal Circo Massimo

Ovviamente la CDL ormai non esiste più, di questo ne siamo certi.

Poi ecco uno slogan dedicato ai miei amici romani fascisti-forzisti:

"Abbasso il terun" è uno degli slogan scanditi da un gruppo di militanti leghisti.
Ma tanto il fascista-forzista romano non ci farà caso.

Ma gli insulti continuano:

Mentre il corteo partito dal Circo Massimo prosegue il suo cammino verso piazza san Giovanni, un gruppo di militanti con uno striscione con su scritto "Pisa-Pontedera" senza insegne di partito inizia a gridare: "Facciamo un saluto a Piazza Venezia" e subito mani tese in alto a fare il saluto romano. Il gruppo poi inizia a gridare: "L'Italia a noi!".

"Prodi boia, Luxuria è la tua troia". È lo slogan offensivo gridato da alcuni sostenitori di An che partecipano al corteo della Cdl.

Veramente parole pesanti, vergognose. Ma loro cantano alla LIBERTA'. Ma sapete cos'è la libertà? Sapete chi ha combattuto per essa? O parlate a caso come vostro solito?

Eppoi insulti anche verso l'UDC

17:04 Buttiglione: "Perché a Roma striscioni contro di noi?"

"Non ci fa piacere che a Roma ci siano striscioni rivolti contro di noi" dice Buttiglione a Palermo

Intanto continua l'orchestra di Demo Morselli la sua musica. Un repertorio vastissimo, da Battisti a Volare, a O sole mio, insomma uno spettacolo, ma di manifestazione seria, a destra non se ne parla. Per loro tutto è un gioco, ma non avendo ideali questo è logico.

Interrotta per la seconda volta la musica di Adriano Celentano dalla piazza di San Giovanni targata centrodestra. Alle note della celeberrima "Azzurro" intonata dall'orchestra di Demo Morselli, si è levato dalla piazza un boato di fischi che ha di fatto impedito all'orchestra di proseguire.


Niente, non potete continuare. I pecoroni odiano Celentano.

Lascerò perdere il discorso di Berlusconi, tanto ha parlato dei soliti comunisti, Stalin, libertà (la sua), regime poliziesco, no global , brogli elettorali e "Mi sono fatto da solo"....

Non meritano considerazione le solite parole demagogiche e populiste di un personaggio che vuole dividere gli italiani. Per me rimane la più grande disgrazia dell'Italia dal 1945 fino ad oggi.
E sotto i pecoroni che sventolano le loro bandiere, fieri del loro "partecipare alla mia prima manifestazione"....ingenui ed ignoranti...purtroppo....le vere manifestazioni sono altre, quelle per i diritti e le conquiste sociali...Ma lasciamoli continuare a sventolare le loro bandiere. Felici torneranno a casa a vedere il tg4, cercando di riconoscersi tra la folla.

L'Arcigay insorge contro gli slogan volgari dei manifestanti di centrodestra che hanno insultato a più riprese gli omosessuali. "Berlusconi, Fini e Bossi, al di là delle posizioni politiche che esprimono, abbiano il coraggio di dissociarsi dalle gravi offese arrecate dai loro militanti nei confronti delle persone omosessuali" dice il segretario nazionale Aurelio Mancuso.
Non sono piaciute le offese strillate da alcuni protagonisti della piazza della Cdl. Non è piaciuto quel "Prodi boia, Luxuria è la sua troia", che vince l'oscar della volgarità. Ma neppure i cartelli con "Camera con cesso" che raffiguravano un Prodi a forma di water e con i nomi di Franco Grillini, Titti De Simone e Vladimir Luxuria risucchiati. E quelle parodie dei Gay Pride con le nuove leve di Fi, An e Lega a sfilare travestiti da spose, per dimostrare contro i matrimoni omosessuali. I giovani della Cdl, dice l'Arcigay, hanno esagerato e i leader ora si devono dissociare e chiedere scusa.

ALTRO CHE PARTITO DELLE LIBERTA'.

Chiudo cosi, augurando ai miei pecoroni un buon ritorno a casa.
Statemi beeeeehhheeeene.....

AGGIORNAMENTO: ho inserito nuove immagini della manifestazione democratica e soprattutto liberale....








permalink | inviato da il 2/12/2006 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (253) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1819565 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre        gennaio