.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
18 novembre 2006

IL COCKTAIL MICIDIALE EREDITATO DA BERLUSCONI E COMPAGNIA BELLA



«Abbiamo ricevuto in eredità un cocktail micidiale».
Alla vigilia del voto di fiducia sulla Finanziaria, Romano Prodi affronta i giornalisti per una conferenza stampa sul primo bilancio dell'esecuitivo a sei mesi dall'insediamento.
Il cocktail micidiale di Berlusconi e company, basato sui conti in rosso in ogni ambito dell'economia italiana, il rischio di una recessione economica ed un forte allontanamento dai parametri fissati dall'Unione Europea.
È pacato come al solito, Prodi, e si dice molto soddisfatto del lavoro fin qui svolto. «Abbiamo cambiato la marcia per andare più svelti ma è chiaro che non abbiamo completato l´opera». Ci saranno «molti altri semestri», ma il nuovo corso è stato avviato. Quello del risanamento, della modernizzazione, della lotta agli sprechi, del ridare ossigeno allo sviluppo del Paese e «anche un po´» - sottolinea Prodi – quello della redistribuzione del reddito. Ridurre la forbice tra ricchi e poveri, – ricorda ancora il primo ministro –non è un atto di sovversivismo , ma un imperativo «obbligato, perché fissato negli articoli 2 e 3 della nostra Costituzione». Anche in questo secondo il premier non è stato fatto tutto ma si è dato un segnale. Proprio perchè si trattava di imbastire una Finanziaria di cambiamento, spiega, c´è stato forse un surplus di drammatizzazione.

Come al solito, il centro-sinistra dovrà "accollarsi" le problematiche scaturite da 5 anni di governo Berlusconi, che hanno messo in ginocchio il Paese, cercando di risanare i conti e l'economia. Il FMI e la commissione europea appoggiano tale Finanziaria, sottolineando che questa è la giusta strada da percorrere, Berlusconi, invece, continua a gridare al complotto comunista.

Poi arriva il pezzo forte del discorso. L'introduzione dell'euro in Italia fu attuata - continua il Professore - «in modo irresponsabile senza controlli e senza trasparenza nei mutamenti dei prezzi».
Questa è stata la causa della rovina di decine di migliaia di cittadini italiani. Berlusconi non ha fatto niente per impedire il famoso 1euro=1000lire. Non ha attuato controlli, ha lasciato fare ai commercianti, e questi, purtroppo per noi, sono i  risultati.

Prodi ricorda la stagione del '96 quando il governo da lui guidato portò l'Italia nella moneta unica. «Ciampi dieci anni fa si era ritrovato un disastro e anche allora le reazioni furono simili. Mi sembra di rivivere un film identico a dieci anni fa». Vi ricordate quando Berlusconi diceva: "non entreremo mai nell'Ue!".
In ambito internazionale, Prodi rivendica i successi ottenuti. E facendo riferimento alla missione Unifil in Libano dice: «Non ci siamo stati come comparse ma come attori».

QUESTA E' LA SERIETA' AL GOVERNO.

AGGIORNAMENTO:

Per farvi un'idea di come Berlusconi aveva ridotto la nostra nazione, vi mostro delle tabelle indipendenti scovate dal mio amico http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it/



SI NOTA COME IL PIL ITALIANO SIA DIMINUITO NEI 5 ANNI BERLUSCONI.



SI NOTA COME IL DEFICIT PUBBLICO, PURTROPPO SIA AUMENTATO.



CON PRODI AVEVAMO RAGGIUNTO L'APICE, CON BERLUSCONI IL MINIMO.

E ORA VI DICO, CARI FASCISTI-FORZISTI.
QUESTI SONO I DATI, I NUMERI, LA REALTA'. NON SI POSSONO INVENTARE FAVOLE.
IGNORANTONI POPULISTI, SVEGLIATEVI.
LA VOSTRA BARCA FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI.


NUOVO AGGIORNAMENTO.
INSERIAMO LE TABELLE SULLA DISOCCUPAZIONE CON TANTO DI SPIEGAZIONE CHE IL MIO AMICO http://www.bloggers.it/supramonte MI MANDA.





E ora diamo un'interpretazione. La disoccupazione è in calo costante dal 1998 (il Pacchetto Treu è del giugno 1997); questo trend, iniziato sotto il governo di centrosinistra, è perdurato anche sotto il governo di centrodestra. Il merito di questa diminuzione della disoccupazione (e corrispondente aumento del'occupazione) è tutto del Pacchetto Treu, non fosse altro perchè i decreti attuativi della Legge Biagi sono stati approvati agli inizi del 2004. L'altra faccia della medaglia è che, sempre tenendo conto che la Legge Biagi è entrata in vigore nel 2004, tutto il precariato che alcuni politici di centrosinistra attribuiscono alla Legge Biagi in realtà è stato creato dal Pacchetto di riforme Treu, dunque dal centrosinistra stesso. Aumento della flessibilità e diminuzione della disoccupazione vanno a braccetto, macroeconomia elementare.

Ecco però che nel 2003 notiamo un'inversione dei trend. L'occupazione finisce di salire con decisioni, resta quasi al palo. Gli ULA (unità di lavoro a tempo pieno, una misura che ci dice quanto un occupato lavora) cominciano a diminuire (il che vuol dire che, a parità di occupati, in media si lavora meno ore di prima). La disoccupazione continua a scendere (ma con meno decisione), non perchè stia salendo l'occupazione, ma perchè aumenta repentinamente il numero di "scoraggiati", cioè di gente che non prova neanche a cercare un lavoro. Sono i segnali inequivocabili che la spinta occupazionale della Legge Treu va ormai esaurendosi. Ma testimonia anche il fatto che la Legge Biagi, in vigore dal 2004, non riesce ad incidere minimamente su questa inversione di trend (in realtà sarebbe un po' prematuro dirlo ma, dato che  contenuti della legge non sono per nulla rivoluzionari e dato che lo stesso Angeletti, leader della Uil, ha affermato che la Legge Biagi è ad un livello di attuazione da parte delle imprese estremamente basso, mi prendo la responsabilità di questa previsione senza ulteriori approfondimenti).

In conclusione: se una critica può esser fatta alla Legge Biagi è che essa ricalca troppo la Legge Treu, senza prender atto del problema della precarietà ormai pienamente manifestatosi (ricordo, a titolo esemplificativo, che una donna con un contratto non a tempo indeterminato ha una propensione a far figli pari ad un decimo di quella di una donna con un contratto a tempo indeterminato, potete intuirne i motivi) e senza riuscire ad aumentare la flessibilità o diminuire la disoccupazione. La diminuzione della disoccupazione e l'aumento della precarietà sono quindi pienamenti attribuibili all'azione di governo del centrosinistra, e non a quello del centrodestra. Nel bene e nel male, ancora una volta, il centrodestra non ha fatto nulla, lasciando le cose  pressapoco come stavano. Ma questo deve essere anche un monito: non diamo responsabilità e meriti a chi non ne ha; non ascoltiamo la demagogia che è stata fatta, da una parte e dall'altra, su questo tema. Ultimo spunto di riflessione: il programma di riforma del lavoro del centrosinistra (riduzione del cuneo fiscale per il lavoro a tempo indeterminato, aumento delle tutele per i lavoratori precari, cancellazione delle fattispecie contrattuali rimaste sulla carta, aumento degli ammortizzatori sociali) mi sembra possa andare nella giusta direzione, essendo una mediazione tra le due opposte necessità di non irrigidire eccessivamente il mercato del lavoro (aumentando quindi la disoccupazione) e allo stesso tempo garantire un minimo di tranquillità ai giovani (con tutto quello che ne consegue in termini di dinamismo sociale e natalità). E ora non resta che attendere le future mosse del governo di centrosinistra.

QUESTI SONO DATI MATEMATICI. NON SONO CHIACCHIERE.
COSA AVETE DA DIRE? PERCHE' DIFENDETE L'INDIFENDIBILE???
BERLUSCONI HA PORTATO IL PAESE AL COLLASSO. PUNTO E BASTA.









permalink | inviato da il 18/11/2006 alle 12:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (94) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     ottobre        dicembre