.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
28 febbraio 2007

POST DEDICATO A TUTTI I FASCISTI-FORZISTI CHE PREMATURAMENTE GRIDAVANO ALLA FINE DEL GOVERNO PRODI.

PRODI OTTIENE LA FIDUCIA AL SENATO

162 I VOTI FAVOREVOLI
157 I VOTI CONTRARI

Fini potrebbe obiettare: "non avete la maggioranza se contate anche i voti dei senatori a vita!".

I VOTI DEI SENATORI A VITA A FAVORE DELLA FIDUCIA SONO STATI 4.
PROVIAMO A NON CONTARLI

158 I VOTI FAVOREVOLI
157 I VOTI CONTRARI (con il voto di Cossiga)
E' MAGGIORANZA SENZA I SENATORI A VITA

I FASCISTI-FORZISTI HANNO GIA' "CRIMINALIZZATO" FOLLINI.
E PERCHE' NON LO FANNO ANCHE CON DE GREGORIO?

PRODI: " LA MAGGIORANZA POLITICA E' AUTOSUFFICIENTE SOTTO TUTTI GLI ASPETTI"

IL CENTROSINISTRA ESULTA: "AVANTI COL PROGRAMMA"

BERLUSCONI SPARISCE DI NUOVO.



I miei amici fascisti-forzisti hanno esultato troppo presto.
Vediamo perchè:

Giuseppe Colonna scriveva: "Ciao ciao".

Ardito aggiungeva: "DIMISSIONI! DIMISSIONI! ELEZIONI! ELEZIONI!

COMUNISTI FUORI DAI COGL***I!"

Gigi affermava: "il governo dei porci tassatori è stato battuto!!!
a casa!!! silvio pensaci tu!!! ahhh........"

Mister ! stigmatizzava: "A CASA I PAGLIACCI CARNEVALE E' FINITOOOO!"


FY78 postulava: "A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!
LA SERIETA' AL GOVERNO!!
Rivoglio al foto di Prodi!! Mi manca già!!
Pagliacci sinistroidi!!"

Rex argomentava: "A casa l'insaccato e la sua banda di ladroni, la maggioranza non ce l'aveva nel Paese ora non ce l'ha nemmeno in Parlamento."

Periclitor commentava: "RodeRode,ma si sepeva che non avevate maggioranza..."

Il Pensatore guardava il calendario: "serietà al governo...280 giorni, 4h e 50 min..."

MaidireBlog si svegliava: "Claudiù... ti sei Svegliato ora???? Beh, io sì"

CorpoLibero se la suonava e metteva tra i commenti l'inno di ForzaItalia

Bistro gridava: "ricordo ancora mister mortadella che faceva noi dureremo 5 anni... ahahahaha

e dopo nemmeno 9 mesi patatrack che buffoni...."
 
Si ringraziano inoltre Enrix, LucaP, Supermanu05, BeppeGrullo, Jean, DX, Alex, Panka, Sogno, Milton, Luigi, V per Vendetta e tutti gli altri.

Intanto RinascitaNazionale ci aveva visto giusto anche questa volta.
Sapeva già come sarebbe andata a finire.
 Alle 15:53:56 del 21/02/07 scrivevo: "sto pensando...eppure non è finita qua..secondo me non è finita qua..."

AVEVO RAGIONE...COME SEMPRE.

SERIETA' AL GOVERNO E ANDIAMO AVANTI...



 




permalink | inviato da il 28/2/2007 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (95) | Versione per la stampa

25 febbraio 2007

RinascitaNazionale SUL SOLE 24ORE

Un post leggero e spensierato.

Il mio amico http://ariaviziata.ilcannocchiale.it/ mi ha fatto notare che oggi il mio blog è stato nominato e segnalato (grazie a un commento di http://eclissidisole.ilcannocchiale.it ) sul giornale "il Sole 24 ore", insieme ad altri blog, i quali hanno commentato la crisi del governo.

Sicuramente, esser citato insieme ai blog di Antonio Di Pietro, Paolo Gentiloni, Roberto Giachetti, Gianni Cuperlo e Pecoraro Scanio, non può che far piacere. Molto piacere.

Ringrazio, come sempre, tutti i miei lettori, di destra, sinistra o centro che siano...

Grazie.




permalink | inviato da il 25/2/2007 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (93) | Versione per la stampa

24 febbraio 2007

MEGLIO IL MALE MINORE CHE UN BERLUSCONI DI NUOVO AL GOVERNO

<B>I leader del Polo sul palco</B>

Questo che sto scrivendo sarà un post che desterà scalpore ai miei lettori, i quali pensano che io sia un "politico" (anche se sappiamo tutti di importanza minima e oserei dire vicina allo zero, in quanto candidato alle scorse elezioni municipali con Veltroni, pero lasciatemi usare tale termine) idealista e poco pragmatico, che crede  nei valori sociali della sinistra riformista e nel concetto di patria, sempre vista con gli occhi di chi ha come ideale, come punto fondante la sua politica, la resistenza e il suo credo.

Ma per una volta, voglio lasciare gli ideali da parte e voglio essere il più concreto possibile.Questa volta mi sento di dire che accoglierei a braccia aperte qualsiasi senatore che appoggi Romano Prodi e il suo governo (ovviamente basta che non abbia avuto problemi con la giustizia, la moralità berlingueriana prima di tutto).

Sinceramente uno come Follini mi piace, nel senso che lo considero un politico onesto e che durante le scorse elezioni politiche aveva ricevuto da me segnali di stima.
Ma non basta. Io voglio altri senatori. Voglio arrivare a 160 senza l'aiuto dei senatori a vita.

E questo perchè secondo voi?
Perchè questa volta non possiamo permetterci di far tornare Berlusconi al governo. Non possiamo permetterci di sprecare tutte i sacrifici di questo periodo che stanno risanando la nostra economia e far prendere il merito a Berlusconi e compagnia bella. Non possiamo abbandonare le nostre politiche di liberalizzazione, le nostre riforme della scuola, insomma il nostro sogno riformista e democratico.

Per una volta, amici della sinistra, tappiamoci il naso, chiudiamoci gli occhi noi e scegliamo il male minore, per il bene della democrazia italiana e dell'intera nazione.
Basta "idealismi" vari, ma siamo concreti.
Il male assoluto è Berlusconi, è quel signore che a mano tesa saluta i pecorones sottostanti.
Un'immagine che mi ricorda il periodo più brutto e triste della storia italiana, fatta di razzismo, crimini, morte, povertà e terrore. Vissuta sulla pelle degli italiani.

MAI PIU'.


AGGIORNAMENTO.
Alla fine la condanna è arrivata: per Cesare Previti 1 anno e sei mesi di reclusione per la vicenda del lodo Mondadori, che si aggiungono alla condanna definitiva a 6 anni che gli era stata inflitta dalla Corte di Cassazione per la vicenda Imi-Sir .

Per questo affermo sempre con più convinzione: MAI PIU' .




permalink | inviato da il 24/2/2007 alle 12:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (71) | Versione per la stampa

23 febbraio 2007

PRODI COME MOSE': ARRIVANO I "12 COMANDAMENTI".



...Romano Prodi, giunto al colle Quirinale, ricevette da "Dio" le tavole della Legge con i Dodici comandamenti, e ne apprese durante quaranta ore il vero significato. Fu la svolta...
Ma ritornato nel parlamento, trovò gli alleati intenti a venerare la statua di un vitello d'oro - come usavano fare i pecoroni con Berlusconi - democristiano e favorevole alle larghe intese; ruppe le tavole della Legge e tornò sul colle due volte successive per avviare nuove trattative: 40 ore per ottenerne il perdono a nome del popolo italiano, e 40 minuti per ottenere nuove tavole, stavolta definitive.....

Cosi narra la leggenda dei 12 comandamenti "prodiani", dei 12 punti prioritari e non negoziabili, con i quali il nostro premier cercherà di portare avanti l'opera iniziata nell'aprile 2006.
Stavolta senza se e senza ma, "o cosi o me ne vado" afferma. Ed è giusto cosi.

Vediamo i 12 comandamenti insieme:

1. Politica estera. "Rispetto degli impegni internazionali e di pace. Sostegno costante alle iniziative di politica estera e di difesa stabilite in ambito Onu ed ai nostri impegni internazionali, derivanti dall'appartenenza all'Unione Europea e all'Alleanza Atlantica, con riferimento anche al nostro attuale impegno nella missione in Afghanistan. Una incisiva azione per il sostegno e la valorizzazione del patrimonio rappresentato dalle comunità italiane all'estero".

2. Scuola e cultura. "Impegno forte per la cultura, scuola, università, ricerca e innovazione".

3. Infrastrutture e Tav.
"Rapida attuazione del piano infrastrutturale e in particolare ai corridoi europei (compresa la Torino-Lione). Impegno sulla mobilità sostenibile".

4. Fonti energetiche. "Programma per l'efficienza e la diversificazione delle fonti energetiche: fonti rinnovabili e localizzazione e realizzazione rigassificatori".

5. Liberalizzazioni.
"Prosecuzione dell'azione di liberalizzazioni e di tutela del cittadino consumatore nell'ambito dei servizi e delle professioni".

6. Mezzogiorno.
"Attenzione permanente e impegno concreto a favore del Mezzogiorno, a partire dalla sicurezza".

7. Riduzione della spesa pubblica. "Azione concreta e immediata di riduzione significativa della spesa pubblica e della spesa legata alle attività politiche e istituzionali (costi della politica)".

8. Pensioni. "Riordino del sistema previdenziale con grande attenzione alle compatibilità finanziarie e privilegiando le pensioni basse e i giovani. Con l'impegno a reperire una quota delle risorse necessarie attraverso una razionalizzazione della spesa che passa attraverso anche l'unificazione degli enti previdenziali".

9. Politiche della famiglia. "Rilancio delle politiche a sostegno della famiglia attraverso l'estensione universale di assegni familiari più corposi e un piano concreto di aumento significativo degli asili nido".

10. Incompatibilità. "Rapida soluzione della incompatibilità tra incarichi, di governo e parlamentari, secondo le modalità già concordate".

11. Portavoce. "Il portavoce del presidente, al fine di dare maggiore coerenza alla comunicazione, assume il ruolo di portavoce dell'esecutivo".

12. Autorità del premier. "In coerenza con tale principio, per assicurare piena efficacia all'azione di governo, al presidente del Consiglio è riconosciuta l'autorità di esprimere in maniera unitaria la posizione del governo stesso in caso di contrasto".

Intanto Berlusconi chiede elezioni subito, ma ne Fini ne Casini accolgono la sua richiesta.
Solo, con le sue farneticanti dichiarazioni, sempre in contrasto con il bene del Paese.




permalink | inviato da il 23/2/2007 alle 10:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (93) | Versione per la stampa

22 febbraio 2007

COME LA PENSO RIGUARDO LE DIMISSIONI DI PRODI...E NON SOLO...



Dopo la giornata frenetica di ieri e dopo averci dormito sopra, finalmente posso enunciarvi le mie considerazioni.

Prima considerazione: il centro-destra è vergognoso. Voi vi chiederetre perchè! Bene, è presto detto.
Non so se i miei amici "berluscones" se lo ricordano, ma il loro governo, quello famoso per la  maggioranza bulgara, è stato battuto in Aula 83 volte. Si avete capito bene, non 5-10 volte, ma 83 volte e con una maggioranza che nemmeno la vecchia DC aveva mai potuto ottenere in 50 anni di potere.
Rinfreschiamo la memoria ai nostri "pecoroni"? Facciamo cosi, vi lascio il link e ve le andate a vedere le vostre "figuracce" http://oknotizie.alice.it/go.php?us=21b0523967f805e4
Sempre a riguardo, vorrei sottolineare la coerenza e la serietà di Prodi, che alla prima vera sconfitta parlamentare rassegna le dimissioni. Un atto forte e onesto di una persona onesta, che non sta li per farsi gli affari propri.

La seconda considerazione che faccio è questa: i 2 dissidenti della sinistra radicale (Fernando Rossi e Franco Turigliatto) veramente pensano che con Berlusconi al governo la loro linea politica possa essere garantita in miglior modo? Mi spiego meglio: veramente pensano che con Berlusconi al governo possa anche solo esistere una "questione Vicenza" o "ritiro delle truppe in Iraq e/o in Afghanistan"? Forse non hanno capito, che se con Prodi hanno potuto ottenere il ritiro delle truppe in Iraq e lo smantellamento della base Usa in Sardegna e la possibilità di realizzare su iniziativa italiana una conferenza internazionale sull'Afghanistan, con Berlusconi al governo ci sarà nuovamente una politica di servilismo a Bush e compagnia bella.
Sono troppi i soldati che ci sono adesso? Bhe saranno il triplo.

Terza considerazione: ma la legge elettorale è si o no una schifezza? E' stata realizzata in modo da massimizzare i voti della CDL?

Quarta considerazione: questa è quella che mi preme di più.
Finalmente l'economia italiana aveva ricominciato a girare. Dopo 5 anni di "sfiorata" recessione economica causata dalla premiata ditta Berlusconi-Tremonti, l'Italia aveva ricominciato a "correre". Tutte le critiche subite da Prodi da gran parte del Paese; eppure i risultati cominciavano ad essere notati da ogni singolo cittadino italiano.
Bisognava solo attendere pochi mesi.
Bisognava solo raccogliere i frutti. Spero che non li faremo raccogliere a Berlusconi.

Quinta considerazione: anche se si dovesse andare alle urne, siamo sicuri che l'UDC farebbe un'alleanza con Berlusconi e Bossi? E Follini da che parte starebbe? Insomma non mi sembra che ci sia tanta unità neanche nella Cdl, o quella che sia.

Sesta considerazione: vorrei che ognuno di voi pensasse al ruolo che ha giocato Andreotti, che aveva reso pubblicamente la sua intenzione di voto, ed era a favore della mozione della maggioranza. Poi si è astenuto. La cosa mi puzza.  E mi sa tanto di vendetta.

Settima considerazione: ma stavolta non insultano, come hanno sempre fatto, il voto dei senatori a vita?

Ottava considerazione: potrebbe esserci un Prodi-bis, come avevo annunciato già ieri pomeriggio. Sempre se ci sarà una vera maggioranza, definiamola "blindata".

Insomma queste sono le mie considerazioni "prime". Se ne avrò delle altre le aggiungerò, come al solito. Vediamo di avviare un dibattito costruttivo e senza insulti. Vediamo un pò se ci riusciamo (e badate bene, ho scritto riusciamo, non riuscite).





permalink | inviato da il 22/2/2007 alle 11:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (81) | Versione per la stampa

21 febbraio 2007

QUANTE COSE DA DIRE...

Quante cose da dire, ma ancora non riesco a pensare in maniera serena e senza farmi prendere dalla delusione e dalla rabbia.

Ho tante opinioni su questa giornata e su quello che sarà.
Domani mi sfogherò per benino, se riesco anche entro stasera.

Sono deluso ed arrabbiato ma ancora tutto non è perduto.

Alle brutte ci faremo 5 anni con Berlusconi e Bossi, con i conti pubblici messi a posto da noi.
Dovevamo raccogliere solo i frutti...li faremo raccogliere a Silvio e company. COMPLIMENTI




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 20:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (66) | Versione per la stampa

21 febbraio 2007

CHE SARA' CHE SARA' CHE SARA'...???

Sto riflettendo.
Il governo è stato battuto al Senato. La mozione dell'Ulivo non è passata: 158 favorevoli, il quorum era 160.

Ovviamente adesso non posso e non voglio esprimermi, sono molto deluso dal comportamento di parecchi politici della maggioranza (o dovrei chiamarla ex?).

Posso dire soltanto una cosa: dagli errori del passato non abbiamo capito nulla. Vogliamo Berlusconi e i fascisti al governo? Questa è l'alternativa? BAH....




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 15:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (55) | Versione per la stampa

21 febbraio 2007

APPELLO UNITARIO DELL'ANPI-ANED CONTRO IL PERICOLO TERRORISTICO



L’ANPI - Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e l’ANED - Associazione Nazionale ex Deportati Politici nei campi nazisti si sono riunite immediatamente, giovedì 15 febbraio, per esaminare la situazione che nel Paese si è venuta a creare a seguito di una serie di arresti che hanno reso evidente l’esistenza di una organizzazione eversiva terroristica, costituitasi in banda armata, con cellule attive in Milano, Padova e Torino, dotate di armi.
Il fatto che tale organizzazione si qualifichi come “partito comunista politico – militare” e che si collochi su posizioni tattiche movimentistiche e non su posizioni totalizzanti di militarismo terrorista, non consente assolutamente di minimizzarne la pericolosità, non solo perché si tratta di un movimento armato, legato alla delinquenza organizzata, ma perché già aveva, nei suoi obiettivi noti, quello di colpire uomini impegnati nella ricerca di riforme dell’organizzazione del lavoro, che già fu obiettivo di quelle brigate terroristiche che negli anni passati assassinarono D’Antona e Biagi.
Non può non suscitare un allarme profondo proprio il fatto che una funzione criminale della politica fosse affidata a giovani ancora sensibili a parole d’ordine di uomini più anziani incapaci di liberarsi di ipoteche sanguinarie e distruttrici su attività che dovrebbero essere terreno esclusivo della democrazia, della politica e del dialogo.
Il tutto ulteriormente aggravato dal fatto che in questa nuova organizzazione continua a trovare spazio anche il reclutamento nelle file della delinquenza organizzata.
Il tutto, infine, ancora più gravemente reso pericoloso dal fatto che i nuovi terroristi della tattica armata cercavano di mimetizzarsi proprio laddove le difficoltà del lavoro e dello studio, della disoccupazione e del territorio, creavano e creano spazi più sensibili a forme di protesta più radicali, come possono essere i sindacati, le università, i movimenti civili di protesta sul territorio.
L’ANPI e l’ANED, mentre denunciano con fermezza questa situazione e lanciano a tutto il Paese un richiamo perentorio a una mobilitazione civile e culturale di lotta contro ogni forma di eversione e di violenza, ricordano che non deve essere assolutamente consentito che gli spazi della protesta democratica nel mondo del lavoro e dell’agire politico possano essere confusi con modi eversivi di lotta, per cui più avanzata deve essere posta la soglia della vigilanza per impedire qualsiasi connubio o contaminazione della lotta politica e sociale.
Come già fu negli anni 1960 – 1970 tutto il Paese si deve mobilitare per una grande battaglia culturale di tutte le donne e di tutti gli uomini, che riconosca soltanto nella lotta democratica, nel confronto e nel dialogo, nella difesa intransigente dei valori della Costituzione le condizioni della promozione sociale e della convivenza civile di tutta la nostra comunità.

http://www.anpi.it/

Vorrei ringraziare queste associazione di eroi, in particolare l ANPI, che dalla liberazione dal nazi-fascismo fino ad oggi, sorvegliano e proteggono la nostra nazione contro qualsiasi forza antipatriottica,  nera o eversiva che sia.
Grazie eroi della Patria.




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa

20 febbraio 2007

UN'ALTRA PORTA PIA? PERCHE' NO!

Per OfficinaDemocratica




permalink | inviato da il 20/2/2007 alle 11:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

19 febbraio 2007

QUANDO IL BRACCIO DESTRO DI BERLUSCONI E' STATO CONDANNATO A 6 ANNI DI RECLUSIONE....



Amici di Forza Italia tirate un sospiro di sollievo.

Cesare Previti, uno dei più importanti collaboratori di Silvio Berlusconi, condannato in via definitiva a 6 anni di reclusione per la vicenda Imi Sir, ha ottenuto dal Soviet Supremo l'affidamento ai servizi sociali.

Dovrebbe trovare impiego come consulente legale presso la Ceis, il Centro italiano di solidarietà di Don Picchi. L'ex legale di Berlusconi potrà lasciare la propria abitazione, nel centro di Roma, in piazza Farnese, dalle 7 del mattino alle 23.

Ma, onestamente, la notizia non è tanto questa. In effetti sembra più una curiosità.
La vera notizia che vorrei ricordare a tutti i "berluscones" d'Italia è che Previti è stato condannato in via definitiva a 6 anni di reclusione, a 6 anni di carcere, di "gabbio" come preferite voi.

Cosa avete da dire? Ah già la solita storia della magistratura comunista, complotto politico etc etc...

Contenti voi...






permalink | inviato da il 19/2/2007 alle 13:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (47) | Versione per la stampa

18 febbraio 2007

QUANDO LA DESTRA SPERA NEGLI SCONTRI E NELLA VIOLENZA...

(Reuters)

La destra fascista e populista, targata Berlusconi, sperava che la manifestazione contro il raddoppio della base Usa a Vicenza, sfociasse nella violenza e negli scontri.

I politicanti di destra avevano fomentato tale manifestazione con dichiarazioni assurde e direi piuttosto pericolose. Ed invece, come dice il mio amico Izquierdo, si è trattato di una grande vittoria democratica.Una Grande passeggiata di Pace.Una bellissima festa di impegno civile.

La strategia dell'allarme non ha funzionato.
Come afferma Giuseppe D'Avanzo su Repubblica: "
Negli anni dell'éra berlusconiana, abbiamo imparato quale straordinario strumento di governo possa essere la paura. Diventata, alla prese del terrorismo islamico, fondamento della ragione politica (e morale), la paura si è rivelata di una forza incontrollabile. Ha influenzato il dibattito pubblico, corretto la mappa del potere verticalizzandola in chiave autoritaria. Ha condizionato le scelte della politica, deformato i diritti fino a trasferire la soluzione di ogni conflitto a uno stato pre-giuridico dove contavano soltanto il sospetto e il pregiudizio. Diventata idea politica, e magari ingrassata con sapienza dalle élite, la paura si è dimostrata capace di modificare le nostre convinzioni su presente e futuro, conflitto e sicurezza, libertà e protezione.  (ricordiamoci Genova e il clima di paura che Berlusconi aveva fomentato...).

Erano quasi 200 mila manifestanti, 200 mila persone che hanno manifestato pacificamente tra canti, balli e bandiere della pace. E la destra dovrebbe aver paura di tali manifestanti?
Un clima sereno, pacifico e gioioso ma allo stesso tempo impegnato.

Eccoti servito caro Berlusconi e tutti quelli che da destra avevano lanciato allarmi sull'ordine pubblico: dalla saldatura di frange estremiste contro i poliziotti all'arrivo in massa degli anarco-insurrezionalisti. Questo sembrano dire le decine di migliaia di facce che si incontrano in questo sabato italiano da circoletto rosso. E invece zero violenza al corteo della paura. Vicenza, città piccola e fragile, esce indenne dalla manifestazione più temuta.  Era dai tempi della guerra in Iraq e dai cortei di Roma contro Bush e Berlusconi che non si vedeva una partecipazione popolare del genere. Merito di una presenza attiva ma non invasiva della polizia (gli agenti ci sono, eccome, ma non si vedono). E di un servizio d'ordine, gestito a tre mani da Cgil, comitati No base e centri sociali, che ha scoraggiato ogni velleità distruttrice dei casseurs nostrani.

Insomma, come sapete o avete avuto modo di capire, io spero che Prodi cambi idea e rifletta su tale allargamento di base USA. Io spero che non ci sia, ma cosa che mi preme sottolineare è un'altra cosa: anche in questa occasione abbiamo dimostrato la nostra civiltà e il nostro senso di democrazia, anche durante una manifestazione importante come quella di ieri.

No, non si trattava di un Berlusconi-day, ma di una manifestazione di ben altra portata e gli scontri tanto "auspicati" dai fascisti-forzisti (si nelle loro menti questo desideravano, in modo tale da poter continuare i loro insensati insulti) non ci sono stati.

IL POPOLO DELLA SINISTRA E' VIVO, DEMOCRATICO E IMPEGNATO PIU' CHE MAI.
VOI, CARI PECORONI, CONTINUATE A SUONARE LE TROMBE, A SVENTOLARE BANDIERE FASCISTE E A CANTARE L'INNO DI FORZA ITALIA...


 




permalink | inviato da il 18/2/2007 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (79) | Versione per la stampa

17 febbraio 2007

FMI ED UE: "L'ITALIA CRESCE". E I BERLUSCONES COMINCIANO A PENSARE DI AVER VOTATO MALE PER TROPPO TEMPO...



Ovviamente per parlare della manifestazione di Vicenza aspetterò domani.
La giornata è ancora lunga.

Intanto, per oggi, vorrei riportarvi una notizia economica che secondo me è di enorme importanza, che attesta e conferma l'ottimo lavoro svolto fin ad ora dal governo di centro-sinistra in ambito economico.

Sia il FMI che l'UE affermano che l'economia italiana sta crescendo: un governo con un piano economico «ambizioso», ma anche con opportunità che non vanno sprecate. L'Italia riuscirà quest'anno a centrare l'obiettivo di riportare il deficit pubblico sotto il 3% del Pil arrestando contestualmente la crescita del rapporto debito/Pil a quota 107%.

A promuovere i conti pubblici dell'Italia è il Consiglio esecutivo del Fondo Monetario Internazionale che giovedì ha pubblicato le sue conclusioni della discussione sul Paese a conclusione dell'esame annuale previsto dall'articolo 4 dello statuto dell'istituzione di Washington. «La crescita in Italia che è stata più forte di quanto ci si aspettava - spiega Masood Ahmed (Fmi) - le nostre stime sono state troppo conservative. Quindi le nostre previsioni saranno riviste».

Sulla stessa linea delle previsioni date dalla Public Information Notice del Consiglio dell'Fmi c'è anche il nuovo parere della Commissione europea, che venerdì ha evidenziato come «l'Italia ha chiuso il 2006 con una nota positiva» come aveva rilevato l'Istat nell'ultimo comunicato. «Con un pil in crescita dell'1,1% nel quarto trimestre - osserva Bruxelles - il tasso di crescita che risulta per il pil dell'intero anno è stimato all'1,9%, il più alto dal 2000 e al di sopra dello 0,2% rispetto a quanto previsto in autunno».

«La produzione italiana - dice la Commissione - sembra aver tratto maggior beneficio da un aumento della domanda esterna, in particolare degli ordinativi tedeschi». Di più: «L'accelerazione nel quarto trimestre del 2006 implica anche un impatto positivo sulla crescita nel 2007, che è attesa per fine anno a al 2%, ossia 0,6% in più rispetto alle previsioni di autunno».

I dati parlano chiaro amici miei, niente chiacchiere e demagogie, ma solo fatti.
L'Italia cresce e sta sorprendendo tutto il mondo economico internazionale.

Come potete vedere si parla sempre di 4° trimestre...si parla sempre di meriti di Prodi e di disastro degli anni 2001-2005.

A voi berluscones la recessione e gli errori, a noi lo sviluppo e la crescita economica, cercando di abbattere tutto quel sistema lobbistico che in Italia è veramente pesante e aiutando di più chi non ce la fa ad arrivare a fine mese.

Se per voi questa non è serietà al governo.

Ed intanto, i berluscones, pensano a quante volte hanno sbagliato a dare il loro voto a chi "distruggeva" il sistema economico italiano. Coraggio potete sempre rimediare...




permalink | inviato da il 17/2/2007 alle 14:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

16 febbraio 2007

NON TOCCATEGLI BERLUSCONI, ALTRIMENTI SARA' L'INFERNO




Si sa, tutti i politici del centro-destra hanno una riverenza estrema nei confronti del Cavalier Bugiardoni. Mai si sono permessi di "disobbedire" al padrone, ne tantomeno, di criticare qualche sua "uscita" fuori luogo, quelle che lo hanno reso un ottimo animatore turistico.

Figuratevi cosa potrebbe accadere se un "Diliberto" si permettesse di dire: "Berlusconi ci fa schifo".
Purtroppo, come ho scritto ieri, il fattaccio è già avvenuto:
http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1364950

Apriti cielo: tutta la Casa delle Libertà  (sempre quelle di Berlusconi non degli altri) ha cominciato a scendere in campo per "attaccare" il segretario del partito dei comunisti italiani.
E' sorta tra i "berluscones" una gara  a chi difendesse e vendicasse meglio l'orgoglio ferito del Duce di Arcore.

C'è chi parla di linguaggio "becero e irresponsabile" e aggiunge che Diliberto "istiga a delinquere". 
Il vicepresidente dei deputati di Fi, Enrico La Loggia, definisce quella di Diliberto "volgarità espressiva che ripugna ai canoni di un dibattito politico anche aspro e alimenta pericolose forme d'odio". L'azzurro Osvaldo Napoli coglie la palla al balzo per definire Diliberto come un compagno di strada dei terroristi: «Un oggettivo sostenitore di chi fa seguire a espressioni di odio la pressione sul grilletto di una pistola o di un mitra. Chi legge o ascolta Diliberto d'ora in avanti sa con chi ha a che fare». Paolo Bonaiuti, il portavoce dell'ex presidente del Consiglio, è il primo a farsi sentire: «Diliberto è un burocrate di altri tempi che con il suo forbito eloquio illustra il rispetto verso gli altri, lo spirito di tolleranza, la capacità di governare se stesso e la sua parte politica. E quando si parla di altri tempi è ovvio che si intendono quelli di Giuseppe Stalin». «L'infimo livello delle parole usate dall'onorevole Diliberto dimostra in maniera evidente lo scadimento politico di alcuni pezzi di questa pseudomaggioranza», tuona Renato Schifani (FI). Sandro Bondi (FI) invece, si è scagliato contro Roberto Del Bello, attuale collaboratore del sottosegretario all'Interno Francesco Bonato (Prc, delega alle autonomie locali), che negli anni Ottanta ha scontato 4 anni e mezzo di carcere per la sua partecipazione alla banda armata delle Brigate Rosse. Del Bello, che ha sempre negato la sua appartenenza alle Br, ha avuto la riabilitazione, si è laureato due volte e ha messo su famiglia: «Sono indignato. Qui si calpesta l'articolo 27 della Costituzione sulla funzione rieducativa della pena. Sono un cittadino che ha i diritti di tutti gli altri, anche quello all'oblio. Credo che stavolta querelerò Bondi perché si è voluto usare il mio nome in un contesto, come quello del dibattito sull'operazione di prevenzione compiuta in questi giorni dalla polizia, in cui io non c'entro niente».

Bondi si sa, va sempre oltre. Bondi è fatto cosi.

Purtroppo mi mancano le dichiarazioni di Vito e della Bertolini. Chi me le può rimediare?
Per ora la mia dichiarazione preferita è quella di Bonaiuti. Ma Cicchitto che fine ha fatto?
E Bozzo?

Non riesco a spiegarmi questo accanimento contro un leader dell'opposizione che dal 1994 non ha mai detto una cosa fuori luogo. Leggiamo insieme:

Soffro a pensare a qualcuno dell'Unione che partecipa a un vertice del G8. Se penso a qualcuno dell'altra parte seduto al tavolo nei miei panni con Bush, Putin e Blair francamente mi sento male. (dal Corriere della Sera, 30 agosto 2005)

La sinistra sta sempre dalla parte sbagliata. È stata contro Hitler  ma non contro Stalin. Certo, non sono così cieco da non saper distinguere Stalin da Fassino... Fassino poi è così magro e non ha i baffi. (da la Repubblica, 3 febbraio 2005)

Se la sinistra andasse al governo il risultato sarebbe miseria, terrore e morte, come accade in tutti i posti dove governa il comunismo. (dal Corriere della Sera, 17 gennaio 2005)

Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa, perché lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana. (da la Repubblica, 5 settembre 2003)

[Riferendosi a Prodi] Ho bisogno di un killer. Ma non c'è nessuno disposto a farlo, al momento. (da Libero, 21 novembre 2006)

Ho troppa stima dell'intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare facendo il proprio disinteresse. (Roma, assemblea degli associati di Confcommercio, 4 aprile 2006)

Insistono ancora nel dire che io ho affermato che i comunisti mangiavano o mangiano i bambini. Continuano a ripeterlo. Allora, leggetevi il libro nero del comunismo: troverete che sotto la Cina di Mao non li mangiavano, ma li facevano bollire per concimare i campi. È una cosa orrenda... ma purtroppo è vera. (alla manifestazione di Napoli alla Mostra d'Oltremare, 26 Marzo 2006)

[Riferendosi ai magistrati] Ahimè, sono sicuro che hanno idee radicate nel passato, nella scuola di Mosca e se andassero a Cuba sono sicuro che tornerebbero solo dopo aver fatto turismo sessuale e senza avere imparato niente. (da la Repubblica, Modena, 4 febbraio 2006)

POTREI CONTINUARE ALL'INFINITO...MA PER SALVAGUARDARE LA SALUTE DEGLI ELETTORI DI CENTRO-DESTRA PREFERISCO FERMARMI.

L'ODIO L'HA SEMINATO IL VOSTRO PADRONE. VERGOGNA!





permalink | inviato da il 16/2/2007 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (67) | Versione per la stampa

15 febbraio 2007

MI SENTO DI GIUSTIFICARE LE PAROLE DI DILIBERTO CONTRO BERLUSCONI



Scoppia il caso del segretario del Pdci (partito da me votato alle scorse elezioni politiche), Oliviero Diliberto, che afferma di voler partecipare ai talk show televisivi «perché plasticamente bisogna far vedere che Berlusconi ci fa schifo».

Diliberto ha usato questo linguaggio quando, a un convegno sul revisionismo con Moni Ovadia, ha risposto alla domanda se sia giusto o meno partecipare a trasmissioni tipo «Porta a Porta». Il leader dei comunisti italiani sembra avere le idee piuttosto chiare in proposito: «E' indispensabile andare in tv anche se personalmente non ho una particolare predilezione ad apparire, per fare vedere che siamo diversi. Io sono diverso da Berlusconi, bisogna far vedere che ci fa schifo».

Sapete che vi dico? Queste sono parole offensive, senza dubbio, ma sicuramente giuste e fondate!

Anche a me non piace Berlusconi, sapete che per me è un "pericolo" per la nostra democrazia e per il nostro Paese.

Diliberto ha utilizzato parole pesanti, forse inadeguate per un segretario di un partito democratico e con quasi 1 milione di voti ottenuti alle scorse elezioni politiche...eppure si può giustificare.

Quanto odio c'è nella politica italiana da quando Bugiardoni è entrato in politica? TROPPO!
Chi ha fomentato i radicalismi e il conflitto politico in Italia? Bugiardoni!
Chi ha "sdoganato" i fascisti e i leghisti? Bugiardoni!
Chi ha rovinato il Paese economicamente e socialmente parlando? Bugiardoni!
Chi è entrato in politica, "lo sappiamo tutti" per cosa? Bugiardoni!

Potrei continuare all'infinito, ma è meglio fermarsi e non fare il gioco del nostro simpatico Berlusconi.

Per chi come noi, comunisti italiani, fa della questione morale un principio cardine della propria impostazione politica, un personaggio politico come Berlusconi non può che meritare parole del genere. Certo sarebbe stato preferibile farglielo capire con termini piu "politici", ma la sincerità paga sempre.

Ed inoltre quante parole offensive ci "sputano" contro i "berluscones"?
Ripeto questo è il clima politico voluto da Berlusconi...noi ci stiamo solo adeguando.
Anche perchè abbiamo visto che la lealtà non paga...

Eppure io credo nel dialogo, e questo lo dimostro anche nel mio blog, in cui tutti hanno spazio e la censura non esiste. Tutti.

Anche se, in cuor mio, sento di giustificare Diliberto e le sue parole...forse poteva essere più "elegante", ma il concetto c'è ed è "sacrosanto".






permalink | inviato da il 15/2/2007 alle 10:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (72) | Versione per la stampa

14 febbraio 2007

GRAZIE AL GOVERNO PRODI L'ECONOMIA ITALIANIA VOLA. E BERLUSCONI COSA NE PENSA?



Pecoroni di tutta Italia SVEGLIATEVI!!!

Sta scattando l'ora della Rinascita Nazionale, sia a livello economico sia a livello socio-culturale.
L'Italia cresce, l'Italia dopo 5 anni di crisi economica, dopo un anno di governo Prodi sta "correndo".

Vi ricordo solo alcuni dei miei post che parlavano dei nuovi provvedimenti economici targati Prodi-Schioppa-Bersani e della fiducia che io avevo nei riguardi di tali signori della politica e della economia italiana:
http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1338509 , http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1334056 , http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1331115 ,  http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1316042 ,
http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1308638 ,
http://rinascitanazionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1307410 .

Ovviamente non posso metterli tutti, ma il concetto è stato e tuttora rimane sempre lo stesso:
CRESCITA ECONOMICA, SGRAVI FISCALI PER LE CLASSI MENO AGIATE, FIDUCIA DA PARTE DI TUTTE LE ORGANIZZAZIONI ECONOMICHE INTERNAZIONALI, LIBERALIZZAZIONI, PENSIONI PIU ALTE E DIGNITOSE, CACCIARE LO "SPAURACCHIO" DELLA RECESSIONE ECONOMICA PROVOCATA DA TREMONTI E BERLUSCONI.

Notizia di ieri è che il PIL ITALIANO cresce: a dirlo le analisi di Eurostat, l´istituto statistico europeo. Nel quarto trimestre dell'anno 2006, il prodotto interno lordo è aumentato, su base annua, del 3,3% nell'area euro e del 3,4% nell'Ue. E anche in Italia si registra un incremento significativo pari al 2,9%. Rispetto al trimestre precedente, l'aumento è stato dello 0,9% sia nell'area euro che nell'Ue ma soprattutto è dell'1,1% in Italia che si colloca così al di sopra della media.

Un dato in netta controtendenza rispetto agli anni passati, tanto che nel 2006 il Pil, corretto per giorni lavorativi, è cresciuto addirittura del 2%: il dato più alto dal 2000, quando la crescita era stata di oltre il 3%.

Inoltre vorrei ricordare che da marzo non si pagheranno più le tasse sulle ricariche dei cellulari.

Grazie Prodi. Grazie governo di centro-sinistra.

SERIETA' AL GOVERNO.





permalink | inviato da il 14/2/2007 alle 10:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa

13 febbraio 2007

LA "COMUNISTA" ILDA BOCCASSINI SCONFIGGE LE NUOVE BRIGATE ROSSE.

arresti per inchiesta Boccassinio Br "seconda posizione", foto Ansa

La storia ci insegna che le Brigate Rosse, da sempre, sono state e saranno sconfitte  dal mondo della sinistra, e quindi da noi "comunisti".

La storia ci insegna che da quando Romano Prodi è al governo, la giustizia ha messo a segno dei colpi fondamentali contro la mafia, le organizzazioni criminali più importanti e, da ieri, anche contro le nuove Brigate Rosse.

La storia ci insegna che Berlusconi più volte ha insultato il PM milanese Ilda Boccassini, solo perchè questa si era permessa di muovergli delle accuse contro (ricordiamo che Previti è stato condannato ed insieme a lui tanti altri "personaggini"), mentre i fatti dimostrano che la "comunista eversiva" stava facendo solo il suo lavoro, come lo sta facendo in questa occasione.

La storia ci insegna che se al vertice dello Stato c'è onestà, coerenza e fiducia nelle istituzioni sottostanti, serietà e nessun interesse personale, tutto comincia a girare per il verso giusto e finalmente si potrà cominciare a parlare di Rinascita Nazionale, quella vera.






permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 10:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (93) | Versione per la stampa

9 febbraio 2007

RinascitaNazionale compie 1 anno

09/02/2006 - 09/02/2007

RinascitaNazionale compie 1 anno

Quasi 100000 contatti, 70 bloggers del cannocchio mi hanno messo tra i loro preferiti, tanti altri tra i loro "vai a vedere", GenerazioneU, OfficinaDemocratica...e molto altro...

Claudio ringrazia tutti i lettori del blog.




permalink | inviato da il 9/2/2007 alle 14:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (84) | Versione per la stampa

9 febbraio 2007

Addio PACS...benvenuti DICO

per OfficinaDemocratica




permalink | inviato da il 9/2/2007 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

8 febbraio 2007

DOMENICA RIPARTE ILCALCIO...FAVOREVOLI O CONTRARI?

Vorrei sapere come i lettori del mio blog considerino sia il decreto legge ah hoc approvato dal governo Prodi e se sia giusto o meno ripartire dopo una settiman di stop.

Sono curioso...




permalink | inviato da il 8/2/2007 alle 13:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (90) | Versione per la stampa

7 febbraio 2007

BERLUSCONI SI SCAGLIA CONTRO I GAY. VERGOGNA



Ennesima gaffe di Silvio Berlusconi ma questa volta, veramente di cattivo gusto.


«Mi piace dire Maria perché ha un che di femminile e le donne capiscono le cose molto più degli uomini, hanno più intuito, il tipico intuito femminile che gli uomini non hanno. E nemmeno i gay che stanno tutti dall'altra parte». Galeotto fu il secondo nome. Il candidato a sindaco della Cdl a Monza si chiama Marco Maria Mariani ed è proprio questo che ha fatto scatenare Silvio Berlusconi che, dopo aver apprezzato la «parte femminile» del candidato leghista, non ha perso l’occasione per ribaidre che «i gay sono però tutti dall'altra parte».

Che vogliamo fare caro Berlusconi, vogliamo fare un ghetto composto da soli gay?
Che cosa ha contro i gay, si spieghi?
Ma è possibile che lei sia cosi razzista e populista nel vero senso della parola?
Eppure questa volta è andato oltre, discrimando delle persone solo perchè hanno inclinazioni sessuali diverse dalla maggioranza del Paese. La conosce la COSTITUZIONE ITALIANA?

Come si permette di fare dei distinguo! Per lei i gay sono cittadini di serie B vero?

VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!




permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (116) | Versione per la stampa

6 febbraio 2007

PROVE TECNICHE DI DEMOCRAZIA CRISTIANA.



Si, stanno tornando. Li sento...i vecchi democristiani cominciano a farsi "l'occhiolino".

Chi da una parte chi dall'altra, sia Casini che Mastella hanno iniziato delle prove di alleanza.
La Margherita rimane nell'ombra a guardare, Mastella fa sul serio.
Casini e Cesa, come sappiamo, non hanno più niente da spartire con la "Casa delle libertà di Berlusconi" e quindi costituirebbero a se il terzo polo, centrista, contrapposto sia all'Ulivo che alla Cdl.

Mastella sicuramente comincerà ad avviare delle alleanze alle prossime elezioni amministratative con l'Udc e l'Italia di Mezzo di Follini.
E la Dc di Rotondi, partito "ancella" di Forza Italia, cosa farà? Io sono convinto che rimane con Berlusconi...scommettiamo?

"Se cade il governo presieduto da Prodi facciamo il Polo moderato - ha dichiarato oggi il ministro della Giustizia - se cade l'Esecutivo ci saranno assetti politici diversi e sul campo ci sarà anche il neocentrismo. E' chiaro che non si tornerà all'attuale maggioranza. Io sono leale con Prodi, ma se la sinistra estrema vota contro l'Afghanistan per me cambia tutto".

Chi vivrà vedrà...




permalink | inviato da il 6/2/2007 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (56) | Versione per la stampa

5 febbraio 2007

FERMIAMO I PROGRAMMI-REGIME DI MEDIASET



Oggi Paolo Del Debbio, noto opinionista di casa Mediaset, oltrechè del "Il Giornale" (di famiglia Berlusconi), ha superato ogni limite.

Nel suo programma ha confezionato ad arte 20 minuti di considerazioni "anti-finanziaria" e contro il governo Prodi. Ha programmato per bene una serie di interviste di persone che erano scontente delle finanziaria, le famose persone della destra, facilmente manipolabili tramite demagogia e via con le critiche insensate, caratterizzate dal solito populismo di bassa lega.

Nessuno ha commentato in maniera positiva la Finanziaria. Eppure i miei genitori, mio cugino e tanti altri miei amici (badate bene appartenenti alla classe media e anche bassa) si sono ritrovati in media 50 euro di più in busta paga. Anche i miei amici pensionati hanno trovato più soldi.
Le associazioni dei consumatori plaudono a tale finanziaria, idem le organizzazioni economiche internazionali.

Allora mi chiedo, cosa si sta inventando Del Debbio? Forse sono diminuiti i soldi a tutti coloro che guadagnano dai 3000 euro in su al mese. Bhè ci mancherebbe altro...mi sembra anche giusto.
Eppoi perchè confezionare dei programmi ad-hoc, tipico dei mass-media di regime?
Sono programmi faziosi, che non mostrano la realtà per quella che è, e la gente "ci casca!".
E' ora che la gente apra gli occhi...

BISOGNA FERMARE QUESTI PROGRAMMI SCIOCCHI E FAZIOSI TARGATI MEDIASET.




permalink | inviato da il 5/2/2007 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (49) | Versione per la stampa

4 febbraio 2007

IL POPOLO ITALIANO, QUELLO DEMOCRATICO, TORNA ALLE URNE.



Le primarie, strumento politico sconosciuto alla destra italiana, populista e xenofoba, tornano.

Le primarie dell'Unione, fissate per domenica in alcune delle città chiamate all'appuntamento delle amministrative di primavera, costituiscono una sorta di piccolo "laboratorio locale" per i partiti del centrosinistra, per comprendere la misura delle divisioni su alcune questioni - Afghanistan, liberalizzazioni, caso Vicenza - che in questi giorni stanno agitando la maggioranza parlamentare. Genova e Palermo sono le due città su cui è puntata tutta l'attenzione, ma la sfida delle primarie riguarderà anche le elezioni provinciali, come, per esempio, a La Spezia e ad Ancona.

Amici miei questa è democrazia, democrazia diretta, che permette al popolo di centrosinistra di giudicare in maniera continua i propri partiti.
Noi scegliamo chi ci deve rappresentare alle future amministrative...voi cari amici fascisti-forzisti potete? O ve li impongono!?




permalink | inviato da il 4/2/2007 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

3 febbraio 2007

FERMIAMO LA VIOLENZA NEGLI STADI.

L'unica cosa che mi sento dire è che non si può morire per garantire l'ordine pubblico durante una partita. Si dovrebbe andare allo stadio per divertirsi, non per ammazzare la gente.

Ma cosa ha in mente la gente quando va allo stadio? Perchè ci sono questi personaggi che invece di andare a vedere la partita, cercano soltanto lo scontro con la tifoseria opposta o con gli agenti della polizia?

Lo sport sta morendo amici miei...ma direi di più...è la nostra società che sta morendo, sotto i colpi dell'ignoranza e dell'inciviltà.

Il mio pensiero va a Filippo Raciti, 38 anni, ispettore capo di polizia, l'agente è morto ieri sera durante gli scontri tra forze dell'ordine e i tifosi in occasione del derby tra Catania e Palermo, anticipo del campionato di Serie A.
Il mio abbraccio alla sua famiglia...




permalink | inviato da il 3/2/2007 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (108) | Versione per la stampa

1 febbraio 2007

NUOVE REGOLE PER GLI INDENNIZZI PER GLI INCIDENTI STRADALI...COSI IL GOVERNO PRODI AIUTA IL CITTADINO ITALIANO.



Procedure più snelle e pagamenti più veloci.

E' entrato in vigore oggi, 1° febbraio, l'indennizzo diretto, il nuovo sistema di risarcimento che, almeno sulla carta, rappresenta una vera rivoluzione per tutti gli assicurati. Una novità nata con l'obiettivo di facilitare le procedure di rimborso, ma soprattutto di far calare le tariffe assicurative.

Grazie al pacchetto Bersani sulle liberalizzazioni, in caso di incidente, i danneggiati non responsabili (o responsabili solo in parte) potranno essere risarciti direttamente dal proprio assicuratore e non più dall'assicuratore di chi ha causato l'incidente. Viene in pratica esteso a tutti i sinistri il meccanismo dell'ex-cid: per denunciare l'incidente dovrà essere infatti utilizzato il modulo blu messo a disposizione dagli assicuratori che dovrà essere inviato, compilato con i dati delle auto e degli automobilisti coinvolti, alla propria compagnia.

«Da subito» il ministero avvierà «un monitoraggio»(quello che non fece Berlusconi con l'introduzione dell'euro!!!) sulle novità e «tra un mese - ha sottolineato Bersani - faremo il punto per verificare eventuali disfunzioni». In prospettiva l'effetto dovrà essere quello di un calo delle tariffe: «i costi devono ridursi - ha aggiunto - e se non basterà quanto abbiamo fatto inventeremo altri interventi» (il governo ha già annunciato l'eliminazione dell'agente monomandatario a favore di agenti rappresentanti di più imprese).


A dare manforte al governo sul fronte dei costi è anche Isvap, che prevede un raffreddamento dei prezzi: con il nuovo meccanismo, afferma il presidente Giancarlo Giannini, si creeranno «le condizioni, in termini di minori costi e maggiore competizione tra le compagnie, per un ribasso delle tariffe rc auto di almeno il 5%». Ben più ottimiste sono le associazioni dei consumatori che, grazie alla riduzione del contenzioso e del ricorso a periti e legali, auspicano risparmi «sensibili». Secondo Adusbef e Federconsumatori, si potrà arrivare fino a 160-170 euro in meno.

Le associazioni dei consumatori esultano, le lobby un pò meno...i pecoroni non capiscono e rimpiangono il loro Bugiardoni...e intanto l'Italia cresce....

SERIETA' AL GOVERNO.




permalink | inviato da il 1/2/2007 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (159) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     gennaio        marzo