.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
24 luglio 2007

FINALMENTE SI RISPARMIERA' SUI COSTI DELLA POLITICA (GRAZIE CENTRO-SINISTRA).


 
E mentre in 5 anni di governo Berlusconi nulla era stato fatto per risparmiare sui costi della politica italiana, finalmente qualcosa comincia a muoversi: "soppressione dell'istituto del riscatto e modifiche dell'impianto generale degli assegni vitalizi" che prevedono un tetto massimo del 60%, invece dell'80, ma anche "estensione dell'istituto della sospensione dell'assegno vitalizio e soppressione del rimborso delle spese sostenute per i viaggi all'estero per motivi di studio". Provvedimenti che, secondo i Questori di entrambi i rami del Parlamento, a regime porteranno un risparmio del 25 per cento nei bilanci di Camera e Senato,per un risparmio valutato a regime in 40 milioni di euro all'anno.Sono queste alcune delle misure contenute in un documento recante "modifiche alla disciplina dei vitalizi e soppressione del rimborso delle spese per i viaggi all'estero per motivi di studio" e approvate dal Consiglio di Presidenza del Senato e dall'Ufficio di Presidenza della Camera
Certo, è un buon inizio, ma ancora troppo si deve fare per elminare gli eccessivi privilegi dei parlamentari italiani; lasciatemi però sottolineare una cosa: se non fosse stato per questo governo, quando si sarebbe arrivati a gettare le basi per questi importanti provvedimenti di risparmio? Perchè Berlusconi, nei suoi 5 anni di malgoverno, non ha mai parlato di risparmio dei costi della politica? Forse troppo impegnato a far approvare le varie leggi ad-personam? [dalla depenalizzazione del falso in bilancio alla legge sulle rogatorie, dal cosidetto Lodo Schifani alla Legge Cirami sul legittimo sospetto; oppure dalla riduzione della prescrizione all'estensione del condono edilizio alle zone protette, vedi Villa Certosa; oppure dall'introduzione dell'inappellabilità da parte del pubblico ministero per le sole sentenze di proscioglimento alla Legge Gasparri o dalla "porcata" della riforma della legge elettorale del 2006; e vi ci metto pure  il ricorso del governo contro la legge della regione Sardegna al divieto di costruire a meno di due chilometri dalle coste (ricorso n. 15/2005 alla legge regionale 8/2004) (che bloccava, tra l'altro, l'edificazione di "Costa Turchese", insediamento di 250.000 metri cubi della Edilizia Alta Italia di Marina Berlusconi)  e la modifica del PAI (Piano di assetto idrogeologico) dell'Autorità di bacino del fiume Po che permette la permanenza de "la Cascinazza" (estensione di oltre 500.000 metri quadrati) di proprietà della IEI di Paolo Berlusconi (PAI del 2001)]. Rimanete senza parole vero?
Fortunatamente c'è un centro-sinistra al governo che, certo, a volte sbaglia (vedi l'indulto, votato anche da ForzaItalia) ma che in altre occasioni mi fa capire che è una coalizione sicuramente migliore di quella composta da Borghezio, Mussolini e Berlusconi.


20 luglio 2007

"LA NAVE SI GUIDA STANDO AL TIMONE"


 
Per ora non voglio esprimere il mio punto di vista riguardo la riforma delle pensioni: certo, mi sembra una buona riforma, forse l'unica soluzione possibile allo stato attuale per permettere ai giovani di avere un futuro, a coloro che hanno acquisito dei diritti di averli rispettati e soprattutto a coloro che avevano pensioni troppo basse di avere un aumento dignitoso. Lo scalone Maroni, ingiusto dalla "a alla z", verrebbe cosi abolito (e di questo pare sia felice anche lo stesso Maroni, il quale affermava che lo scalone gli era stato imposto da Tremonti e Bossi). Chissà cosa pensano, riguardo lo scalone, tutti i miei amici delle classi più povere che votano Forza Italia; avranno capito che Silvio li voleva far andare in pensione a 60 anni e passa? Avranno mai capito che Silvio Berlusconi, attraverso populismo e demagogia, sta cavalcando proprio gli stessi problemi causati da 5 anni di suo governo sconsiderato, caratterizzato da disastri, fallimenti e recessione economica?
Di tutta questa storia, una cosa mi pare ovvia e certa: "la nave si guida stando al timone"; e questa metafora la dedico soprattutto a tutti i miei amici di Rifondazione Comunista e dei Comunisti Italiani: ragazzi/e, le cose si cambiano stando al governo e non all'opposizione; stare al governo non significa far accettare le proprie posizioni in toto, ma cercare un compromesso o meglio un punto d'incontro con tutte le altre forze della coalizione; se con questo governo riuscirete ad ottenere 30 o 50 rispetto alle vostre aspettative, con un governo Berlusconi nessuno dei vostri punti potrà mai essere accettato.
Per questo dico, non cadete ancora nell'errore di far tornare le destre al governo: quello è il male assoluto per le classi sociali che difendete; non possiamo rischiare di far tornare Berlusconi al governo della nostra amata Patria (ci siamo già tutti scordati i 5 anni di berlusconismo?!).

Ricordiamocelo tutti quanti: "la nave si guida stando al timone".


22 giugno 2007

PRODI ACCOGLIE L'INVITO DI NAPOLITANO AD AMMORBIDIRE LA TENSIONE TRA I POLI. BERLUSCONI NO.



Il presidente della Repubblica
si era mostrato preoccupato per lo stato delle istituzioni: "Ci sono provvedimenti essenziali che richiedono impegno in Parlamento e anche un certo clima costruttivo". E chiarisce sul clima costruttivo: "Non significa in alcun modo limitare il diritto dell' opposizione di chiedere un cambiamento del governo - ha detto il capo dello Stato -. Il clima costruttivo si realizza facendo ciascuno la sua parte, collaborando a far funzionare le istituzioni».Conclude: "Pur facendo ciascuno la sua parte,chi governa e chi è all’opposizione, bisogna trovare il modo di cooperare per far funzionare nel modo migliore le nostre istituzioni, nel modo più trasparente e anche nel modo più disteso e più conveniente all’interesse generale».

Il presidente del consiglio Romano Prodi accoglie immediatamente l'invito di Napolitano ad ammorbidire la tensione tra i poli e afferma: "Le preoccupazioni del Presidente Napolitano sono preoccupazioni serie, già tante volte avevo osservato anch'io con preoccupazione le tensioni esistenti. Mi impegno e mi impegnerò il più possibile per ammorbidire la situazione e creare la possibilità di scambi e di cooperazione che sono sempre necessari per la gestione di un Paese democratico"

Silvio Berlusconi, al contrario, mostra di non accogliere l'invito del Presidente della Repubblica, anzi, cerca come al solito di aumentare le tensioni e la discordia tra i due schieramenti: "Mi chiedo se dopo aver messo le mani su tutte le istituzioni vogliano impadronirsi anche di tutto ciò che ancora non è ancora sotto il loro diretto dominio. Ho detto sarcasticamente, ma mica tanto, ma quando i carabinieri? non si lasciano scappare nulla...".

Il solito irresponsabile demagogico: dopo la buffonata della salita al Quirinale, del "regicidio" contro Prodi, del solito "sono stato frainteso", della minaccia di sciopero fiscale e del nuovo "vogliono occupare tutto loro", ora il leader populista cosa si inventerà per aumentare lo scontro politico?



 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     giugno        agosto