.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
12 marzo 2008

L'INCOERENZA DI GIANFRANCO FINI (CON TANTO DI VIDEO)



Non ho mai avuto stima per l'uomo Gianfranco Fini: un ex fascista, con tanto di foto con saluto romano, diventato il maggiordomo di fiducia del padre-padrone Silvio Berlusconi soltanto per far uscire lui e i suoi amichetti dalle fogne cui il popolo italiano li aveva relegati. I miei amici di An, tra cui tanti militanti di Azione Giovani e di Azione Universitaria, più volte tessevano le lodi del loro "conducator", apprezzandone soprattutto la coerenza e l'autonomia (?!). Dal mio piccolo punto di vista non avevo mai "realizzato" niente di tutto questo; avevo cominciato a cambiare idea quando Gianfranco Fini, dopo che Berlusconi si era avvicinato a Storace e aveva dato il via alla fondazione (dal nulla) del Carrozzone delle Libertà, si era totalmente scagliato contro il Nanetto. In questo video si potranno apprezzare le importanti parole che Gianfranco Fini rivolgeva contro Berlusconi, coerenti, è vero (la migliore frase in assoluto? "con me Berlusconi ha chiuso"). Mi ricordo che quando incontravo i miei amici di An questi si rallegravano di un distacco totale da Berlusconi e dalle sue idee populistiche ed illiberali. Sembravano felici dell'addio di Alleanza Nazionale, un partito con una storia politica (anche se becera), dal partito di plastica, personale ed autoritario di Forza Italia; avevano ricominciato a cantare faccetta nera, ad organizzare gite a Predappio e a tirare fuori le camicie nere. Si paventava un'alleanza con l'Udc di Casini in chiave antiberlusconiana. Ed erano felici, si, perchè liberi di dire e fare quello che volevano, anche di andare contro le parole del loro padrone. Poi qualcosa è andato storto, l'ora d'aria è finita: Gianfranco Fini è tornato all'ovile. Con la coda fra le gambe ha chiesto scusa a Berlusconi, decidendo di mettere fine all'esperienza di An, a favore della creazione del Carrozzone delle libertà (con tanto di Mussolini, Ciarrapico, Fatuzzo, Caldoro, Dini, Nucara, Brambilla, De Gregorio etc etc). Si è messo in testa un'altra volta di servire in tutto e per tutto il suo caro Berlusconi, e al diavolo la coerenza politica. Si è preso dello "sguattero" da  Ciarrapico, è stato insultato da Storace e Berlusconi stesso si è divertito a ridicolizzarlo: Fini, infatti, si è permesso di dire che non sapeva niente riguardo l'eventuale candidatura del fascistissimo "Ciarra"; Berlusconi gli ha risposto che sapeva tutto. Prendi e porta a casa caro Gianfranco: e zitto, muto, a catena! Che Berlusconi ha sempre ragione. Il video finisce con una serie infinita di belati, in seguito alle sue ridicole farneticazioni riguardo il PDL. Bhè che dire, questo si merita. Tu ed i tuoi elettori pecorones.


10 dicembre 2007

LE FOGNE E LA DESTRA ITALIANA



Gianfranco Fini sente un sempre più pesante odore di fogne nell'aria e, per questo, ha capito bene che l'unica strada da percorrere per rimanere in superficie è quella di attaccare direttamente il suo ex padrone Silvio Berlusconi. Fini l'ingrato? Fortunatamente, non appartenendo a questa coalizione "caciarona", posso soltanto osservare da fuori la suddetta situazione "drammatica" in cui versa la ex casa delle (sue) libertà; unica certezza è che Bondi ha subito rinfacciato al leader di An (o forse dovrei dire di Alleanza per l'Italia o direttamente Forza Italia?!) che dovrebbe essere il primo a ringraziare Berlusconi per aver "fatto uscire la destra italiana dal ghetto politico in cui si trovava" (le fogne tanto per intenderci). Eppure Gianfranco Fini aveva "soltanto" parlato di comiche finali messe in moto dal leader del Popolo delle Libertà, dando praticamente del comico (io lo faccio da anni) al suo ex padrone e alle sue azioni politiche. Parla di bipolarismo, di legge truffa (peccato che non parlasse in questi termini riguardo la famosa "porcata" di Calderoli) e di legaità (ma dove stava quando il parlamento votava le vergognose leggi ad-personam pro-Berlusconi?). Diciamoci la verità, Gianfranco Fini è con le spalle al muro o, se vogliamo dirla in maniera più simpatica, a tre metri dalle fogne. Ma attenzione: io non sto dicendo che Fini abbia torto (le sue parole possono essere anche giustificate e il mio rifiuto al dialogo tra Veltroni e Berlusconi rimane), ma sto affermando il fatto che si sia svegliato un pò troppo tardi, a giochi fatti. E' andato mano nella mano con Berlusconi per anni, vendendo la sua anima al "diavolo" per far uscire il suo partito dalle fogne ed ora, gli si rivolta contro, rompendo il patto? Ma cosa si aspettavano i miei amici di destra? Che Berlusconi non avrebbe chiesto il conto alla fine? Pensavano veramente di avere una totale libertà di azione politica? La risposta è semplice: o con lui, e come dice Fini, "tramite un'annessione vera e propria" al Pdl che snaturerebbe la destra, o contro di lui, che significherebbe tornare nelle fogne e scendere nuovamente sotto i dieci punti percentuali.  Decidete, o fogne o Berlusconi.



 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio        aprile