.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
5 ottobre 2008

LA DITTATURA MEDIATICA IN ITALIA

Potere e informazione: due elementi che se usati male sono alla base di qualsiasi tipo di dittatura e che ogni stato democratico dovrebbe scindere, rendendoli autonomi ed indipendenti tra di loro. In Italia, purtroppo, non è cosi: nel nostro paese c'è il Presidente del consiglio che, non avendo mai risolto il suo vergognoso conflitto d'interessi, non solo detiene il potere concessogli dalla popolazione italiana ma possiede anche un monopolio mediatio-economico degno di un dittatore comunista. Ceausescu si sarebbe sicuramente congratulato con il nostro premier: televisoni, radio, banche, cinema, assicurazioni, agenzie immobiliari, editoria e sport. Questa anomalia tutta italiana va cosi a distorcere di gran lunga la democraticità in questo paese. Ma vediamo nel dettaglio, con un esempio odierno, come agisce questo rapporto potere-media pro-Berlusconi: domenica pomeriggio, appena finite le partite, il signor X decide di mettere canale 5 e vedere il programma di Paola Perego, "Questa domenica"; stranamente non ci sono più tette e culi ma al contrario è presente il ministro più criticato del momento, ovvero quello dell' istruzione che risponde al nome di Mariastella Gelmini. Domande confezionate "ad hoc", nessun tipo di contraddittorio e pubblico in sala che celebra il ministro con una serie interminabile di applausi ("aizzati" dal "capoclaque" di studio). Scopo e risultato dell'intervista di propaganda? Far placare gli animi dei cittadini "medi" che potrebbero percepire un forte malumore di categoria e dimostrare agli italiani che va tutto bene; ma soprattuto, utilizzare la televisione per fare credere alla gente che sia giusto solo ciò che blatera "la ministra": giusto perchè la televisione mostra ciò che è giusto tramite gli applausi scrosianti in studio; perchè c'è Paola Perego, tanto cara alle vecchiette, che asseconda le parole del ministro; perchè non essendoci un botta e risposta non si da la possibilità di scegliere quale tesi sia più giusta, vera e corretta. Anche la domenica pomeriggio, quindi, abbiamo un programma "mediaset" di finto intrattenimento (come "MattinoCinque con Barbara D'Urso) che è in realtà un vero e proprio strumento di propaganda che gioca sull'ignoranza della gente. Erano meglio culi e tette? A questo punto si. Ed è possibile che l'opposizione non dica niente a riguardo? Cosa si doveva e si dovrà fare come prima cosa? Risolvere il conflitto d'interessi perchè, finchè esisterà, l'Italia non sarà un paese democratico. Grazie anche al rappresentante di un comitato-genitori che spiega nel video in cosa consiste realmente ed in concreto la riforma della scuola targata Gelmini - Berlusconi.


21 marzo 2008

MA GLI STALINISTI SIAMO NOI...



Era nell'aria: il garante per le Comunicazioni "bacchetta" le tv sulla par condicio. Secondo la commissione Servizi e Prodotti dell'AgCom serve un «immediato riequilibrio dell'informazione politica tra tutte le liste partecipanti alla campagna elettorale», in particolare nei tg, dove si nota un «forte squilibrio» nel rapporto tra formazioni maggiori e minori e tra Pdl e Pd, a vantaggio del primo (ovvero di Berlusconi).
È questo il senso dell'atto di richiamo rivolto dal Garante sia alla Rai sia alle tv private. Ci stavo proprio riflettendo in questi giorni: è un continuo parlare di Silvio Berlusconi e della sua campagna elettorale; e questo non avviene soltanto in maniera più che evidente nei Tg delle reti private di Arcore (mai, come in questo periodo, il Tg5, StudioAperto, il Tg4 di Fede e Striscia la Notizia si sono mostrati "faziosi" a favore del loro padrone, costituendo una vera e propria "macchina di propaganda continua", più o meno "occulta") ma anche nelle reti Rai, con il secondo canale in pole position. Ma voglio fornire ai lettori del mio blog una "chicca clamorosa": avete mai visto "Mattino Cinque", il nuovo programma condotto da Barbara D'Urso e Claudio Brachino?  A parte i siparietti inutili quanto comici della D'urso con Giuliacci (per intenderci quello che fa le previsioni meteo), il resto è tutto un attacco continuo al passato governo Prodi e al presente leader del Partito Democratico Walter Veltroni. Da Paolo Del Debbio (che ha anche un programma prima di Beautiful "scandaloso") ad un giornalista di Libero (di cui non ricordo, fortunatamente, il nome) per arrivare allo stesso Brachino, senza dimenticare gli ospiti (di parte) intervistati telefonicamente dal "fido" Belpietro (con domande studiate a tavolino e del tutto favorevoli al "lor signori"), è tutto un "pout purri" di finissima propaganda di stampo berlusconiano. Se partiamo dal presupposto che il programma ha ottenuto picchi del 26% di share, vi lascio immaginare che effetti possa avere sui telespettatori di quella specifica fascia oraria (pensionati e casalinghe in primis). Ma ormai è risaputo: se non la pensi come loro e se gli fai notare "delicatamente" queste "irregolarità" passi per stalinista. Intanto però, il loro padrone, Silvio Berlusconi tanto per fare nome e cognome, ha già detto che vorrà abolire la legge sulla par condicio. Ma gli stalinisti siamo noi? Vero pecorones?



 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     settembre        novembre