.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
20 giugno 2007

I FISCHI VERGOGNOSI DI COLORO CHE DICHIARANO REDDITI COME PENSIONATI E OPERAI



Sembra diventata una moda, quella di fischiare Prodi dovunque questo si trovi: una moda avvalarota dalla possibilità di finire in televisione, guadagnarsi un bel primo piano, e magari farsi intervistare da Emilio Fede in diretta al Tg4. Claque organizzate, senza dubbio, come era stata organizzata anche quella contro Berlusconi a Sestri Ponente
Eppure,  vengono riportati solo i fischi, mai gli applausi, come oggi quando lo stesso Prodi ha fatto ingresso nella platea dell’Auditorium ricevuto e presentato dal presidente di Confesercenti, Marco Venturi. In quell’occasione, spiegano le stesse fonti, il premier e’ stato applaudito. Ma poi a fare notizia sono solo i fischi finali, come e’ successo a Boretto sabato scorso, quando a contestarlo erano nove leghisti.
Ma ieri cosa è successo veramente? Ebbene, 6 persone presenti all'assemblea della Confesercenti,  al termine della relazione del presidente Marco Venturi, hanno cominciato a gridare verso il presidente del Consiglio Prodi le seguenti frasi: «Basta, a casa, a casa», «Buffoni, buffoni».  In cosa sarebbe "buffone" Romano Prodi?   Per i rincari dovuti ai nuovi studi di settore? Ma mi sembrano anche giusti in quanto gli evasori aumentano a dismisura soprattutto tra gli autonomi, ovvero quelli che fischiavano ieri: e adesso, si capisce perche' questi sono contrari all'adeguamento degli studi di settore. Secondo i dati diffusi ieri dal ministero dell'Economia il 53,8 per cento dei lavoratori autonomi e delle piccole imprese non sono in linea con gli indicatori di questi studi e il loro reddito e' pari a quello dei pensionati o degli operai metalmeccanici".

Come ho piu volte scritto, queste persone, (commercianti, autonomi, liberi professionisti), o per lo meno gran parte di loro (non bisogna mai generalizzare) stanno rovinando l'Italia: loro dichiarano redditi molto inferiori a quelli reali, e poi pretendono di pagare tasse come un operaio o un pensionato. Si dovrebbero vergognare, e ricordarsi che è un dovere civico concorrere al pagamento delle tasse. Evaderle, al contrario, è un crimine. Anche se mi rendo conto che, abituati ai condoni di Berlusconi,  tornare a vivere in un paese civile e democratico, possa creare notevoli cambiamenti.


Ovviamente continua l'avventura dei Mille



 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     maggio        luglio