.
Annunci online

RinascitaNazionale
Blog della sinistra italiana, Patriottica e Partigiana (a cura di Claudio Barocci)
 
 
 
 
           
       




Google





SCAMBIO LINK (clicca qui)

NUOVO FORMAT: ARTICOLI UNICI































"LA REPUBBLICA ITALIANA E' FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA PARTIGIANA".

"L'AMOR PATRIO E' SEMPRE APPARTENUTO ALLA SINISTRA ITALIANA: DAL RISORGIMENTO ALLA RESISTENZA".


Una d'arme, di lingua, d'altare,
di memorie, di sangue e di cor.

(A. Manzoni, Marzo 1821)



Qui si fa l'Italia o si muore!












"GRAZIE EROI DELLA PATRIA"



 
28 novembre 2006

SERIETA' AL GOVERNO: VIA DALLA SPORCA GUERRA.



Parliamoci chiaro: in Iraq è in corso una vera e propria guerra civile.
Sunniti contro sciiti, musulmani contro le forze "straniere", iraniani e siriani infiltrati in Iraq per destabilizzare il tutto ed infine polizia irachena contro gli stessi iracheni.

Un quadro storico drammatico. La guerra in Iraq sarà ricordata come la peggiore mossa politica e militare della storia contemporanea. Il Vietnam è poca cosa in confronto.
Ogni giorno, purtroppo, sono centinaia i morti, civili e non.
Bush ha sbagliato, ormai è noto a tutti, solo gli stolti possono ancora credere alle armi di di"stra"zione di massa e alla guerra "giusta". Il principio della guerra è sbagliato in se.
E' stata una guerra di interesse, una guerra di petrolio, un atto di neo-colonialismo economico.

Berlusconi decise di partecipare alla guerra targata USA per "allietare" il suo amico Georrrge.
MA LA GUERRA E' STATA PERSA.

La presenza delle forze armate italiane in Iraq, coordinata nell'ambito della missione "Antica Babilonia", era iniziata nell'aprile del 2003. Complessivamente, l'operazione ha impegnato 1.677 militari dell´esercito, marina, aeronautica e carabinieri. La maggior parte di questi uomini è stato impiegato per controllare la provincia meridionale di Dhi-Qar, il cui capoluogo è Nassiriya.

In due anni e mezzo di impegno, le forze italiane hanno subito gravi attacchi da parte della guerriglia irachena. Il più sanguinoso è quello del 12 novembre 2003, quando un camion bomba scagliato contro la base "Maestrale" di Nassiriya provocò l´esplosione del deposito di armi della caserma, posto accanto all´ingresso dai militari italiani. Diciannove furono le vittime, 17 militari e due civili che stavano girando un documentario. In totale, tredici soldati sono morti in incidenti avvenuti durante le operazioni di addestramento e pattugliamento. A questi va aggiunto l'eroe Nicola Calipari, funzionario del Sismi ucciso dall´esercito statunitense mentre era impegnato nella liberazione della giornalista sequestrata Giuliana Sgrena.

Ma Prodi lo aveva promesso: VIA DALL'IRAQ. E cosi sarà cari lettori del mio blog.
«A Nassiriya rimangono solo 60-70 soldati italiani per la consegna delle caserme alla polizia irachena. Tra il primo e il due dicembre anche questi saranno tutti a casa». È il presidente del Consiglio, Romano Prodi, a confermarlo. Prodi ha anche spiegato che il grosso del contingente italiano ha già lasciato l'Iraq: «Senza tanti proclami un convoglio lungo dieci chilometri è arrivato nel Kuwait».

Infine ha spiegato di aver parlato anche con il presidente americano George Bush: «Mi ha detto che gli dispiaceva ma che sapeva che ce ne saremmo andati dall'Iraq perché lo avevo detto in campagna elettorale».

SERIETA' AL GOVERNO, SEMPRE E COMUNQUE.
NO ALLA GUERRA, SI ALLA PACE NEL MONDO.




permalink | inviato da il 28/11/2006 alle 10:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (96) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

IL MIO CREDO - I MIEI VALORI
Anpi
Resistenza Italiana
***
***
***
OFFICINA DEMOCRATICA
RinascitaNazionale
LouMogghe
EclissiDiSole
EmaeTizi
GianniGuelfi
CastenasoForever
Andryyy
LopinioneDiFabio
Erlkonig
ParteAttiva
Pistorius
Tilt64
PoliticaOggi
***
***
***
IO E LA POLITICA
Antonio Di Pietro
La Mia Lista Elettorale
Idv Lazio
Il Mio Municipio (XV°Roma)
***
***
LE MIE LETTURE
La Repubblica
Corriere della Sera
L'Unità
L'Espresso
Marco Travaglio
Viva Marco Travaglio
Lav
Corrado Guzzanti
Beppe Grillo
***
***
BLOG CONSIGLIATI
MaiDireVideo
LoScarabocchioComicomix
IlPopoloSovrano
Democonvinto
TerrorPilots
Tisbe
Daw
MarioAdinolfi
IlBlogDiLameduck
IoTocco
DariosBlog
TestamentoDiUnBuffone
LineaGoticaFight
M1979
RizzoCitizen
Psiche&Soma
IlRock
Trashopolis
Politbjuro
InRilievo
AlessioinAsia
LaPennaCheGraffia
IlRusso
Ciclofrenia
ValentinoPiglionica
TimoteoCarpita
BiancaBerardicurti
SonoLaico
QualcosaDiRiformista
Valigetta
GaetanoAmato
ErmannoLombardo
Santilli
StefanoMentana
GBestBlog
Alsom
Fradik
IlCogito
LuigiRossi
RossoAntico
ECarta
BadKlaus
DanieleSorelli
Triton
Zenigada
PennaRossa
NuovaLibertalia
IdeaTeatro
Costantinopolis
TgWeb
MatteoMacchia
PerSbaglio
Collettivo-Carrara
IlMale
Illaicista
WatchDogs
Slasch16
FestadAprile
GDFollonica
PausaCafè
DjSeven
LazzaroBlu
Rojarosevt
FreeVoice
StefanoSoro
nnhocapito
Blues-Vince
WinstonSmith
Notes-Bloc
Zadig
Comunicando
Eye
AndreadiDue
ChiTifaItaliaVotaNO
Image
CampidoglioPulito
LiberolAnima
Sciacc
Minima_Moralia
Candalu
Myrrdin
NicoBlog
ManuBlog
Venere
***
***
***
I MIEI ARTICOLI/POST MIGLIORI
Il primo post
Il candidato municipale (io)
Campioni del mondo
Per una notte capo-ultrà
Taxi? No, grazie
GenerazioneU
Quando ho sbugiardato Fini
Il primo girotondo fascista
Gli auguri a Berlusconi? Mai
La prima finanziaria di Prodi
La sindrome dei comunisti
Lista Civica Roma per Veltroni
OfficinaDemocratica
Worldwide press freedom
L'Eredità di Berlusconi
Manifestazioni poco riuscite
Gli italiani? Superficiali
Il malore di Berlusconi
L'Adunata fascista-forzista
Il ritorno dei pecoroni
L'Italia che sarà, grazie Prodi
Contro i commercianti
Eccoli, i fascisti
Diliberto VS Berlusconi
Sulle dimissioni di Prodi
Il male minore
La fiducia a Prodi
I miei amici fascisti-forzisti
La differenza tra noi e loro
Er pecora
Chi evade le tasse
Contro il fascismo e il neofascismo
Qualcosa cambia
La quiete dopo la tempesta
La guerra ed il lavoro
IL 25 aprile
Il conflitto d'interessi
Sulla vittoria di Sarkozy
Antifascista
Successo per RinascitaNazionale
Coraggio laico
Silvio, il cattolico
Coerenza e Berlusconi
IL 2 giugno in Italia
Bush a Roma
Fate piangere gli evasori
L'uomo nuovo
La violenza squadrista
Berluscagate
Lo scontrino fiscale
La nave ed il timone
Eccoli, gli evasori fiscali
L'arte del chiagni e fotti
Contro i rigurgiti di fascismo
Io, come Giorgio Bocca
Gli stranieri e lo scontrino fiscale
Berlusconi e la libertà
Io non posso entrare
Lettera a Bossi
L'incoerenza di Fini
V-day: io c'ero
Italia, paese dei furbi
Un prodiano convinto
La seconda Finanziaria di Prodi
L'informazione in Italia
Per non dimenticare
Se non li conoscete
Tra pecorones e democratici
Boia chi molla?
IL Vaticano veste Prada
La rinascita di Kilombo
Ciao, Enzo Biagi



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     ottobre        dicembre